La Massaia Pazza

La Massaia Pazza. Ovvero, la vita a colpi di matterello

Di:

“In realtà nessun essere umano indifferente al cibo è degno di fiducia” (M.V. Montalbàn)

C’è chi mi chiama massaia, c’è chi mi chiama signora. Io preferisco soltanto essere me stessa. Racchiudo i piccoli segreti delle arti del quotidiano, piccole ricette tradizionali, gemme per la Pasqua più colorata o per il Natale più accogliente, per un benvenuto alla primavera e per un riparo caldo contro i geloni invernali. Non sono in un solo posto, sono soltanto nella creatività di ognuno. Sono pazza perché non controllabile. Perché tingo di colore quella parte di vita che sembra sobria e un po’ stantia, ma che con un solo tocco puoi tramutare in arcobaleno. Sono nell’accoglienza calda di un uscio e nel rumore del ferro che batte. Sono nelle stagioni, nelle festa comandate e, ancora di più, in quelle che non lo sono. Sono nei bambini e li prenderò per mano, sono negli adulti. Sono pure gli adulti. Sono una massaia, ma non è detto che sia donna. Forse sono soltanto uno stereotipo, creato per tenere nascosta la sorpresa del mio vulcanico pensare. Benvenuti a tutti nella mia cucina, benvenuti nei miei spazi, benvenuti nel mio mondo. Che, a partire da oggi, è anche il vostro.
________________________________________________

Si torna a scuola! L’estate è volata ma il caldo non da tregua, e allora sapete cosa si fa a Casa Massaia? Si impasta…ovviamente, questa settimana un dolce bello fresco, che andrà bene anche come colazione per i bimbi bizzosi (e non) che di svegliarsi non hanno proprio voglia.

TORTA DOLCE RISVEGLIO
Ingredienti per la pasta esterna: 500gr di farina 00, 250 gr di burro, 250 gr di zucchero, 4 tuorli, 1 bustina di lievito, buccia di limone grattugiata.

Che fame! (ST)

Mettete la farina sulla spianatoia e impastate insieme tutti gli ingredienti fin quando otterrete un composto liscio e non appiccicoso; coprite e lasciate riposare per 20 minuti. Stendete poi la pasta con il matterello e tagliatene dei dischi di circa 16-18 cm di diametro. Fatene 2 di uguale misura, imburrate una teglia e infornateli a 180° per circa 30 minuti. Lasciate raffreddare e intanto preparate la farcitura con crema al limone:
Ingredienti: Succo di 2 limoni, 2 bicchieri di acqua, 2 uova, 60 gr di farina, 300 gr di zucchero, 250 ml di panna montata, buccia grattugiata di limone.
Mescolate le uova con la farina e lo zucchero velocemente, in modo da non formare grumi. Fate riscaldare in un pentolino il succo di limone con l’acqua, e, quando arriva ad ebollizione, unitevi il composto di uovo zucchero e farina, mescolate velocemente fino a quando non si addensa. Lasciate raffreddare e mescolatevi la panna montata.
A questo punto non vi resta che farcire i 2 dischi di pasta frolla con la crema ottenuta, e decorarla intorno con nocciole tostate e tritate.
Buon impasto!

Come promesso la scorsa settimana, per voi la sagoma del gatto ciccione per fare il borsellino, e per farci perdonare…in aggiunta la sagoma di un allegro porcellino che potrà diventare quel che la fantasia vi suggerisce. Che ne dite di un portachiavi? Non vi resta che stampare, ritagliare e mettervi subito all’opera. Buon lavoro!

La Massaia nella sua libreria ha aggiunto: Mangiare il giardino. La lezione di Libereso Guglielmi (a cura di Marchisio O.; Porchia C.), Socialmente, 2009

Per consigli, varianti o suggerimenti, scrivete a: macondolibri@gmail.com



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi