FoggiaSport
Al “Giovanni Paolo II”, i rossoneri vincono di misura ai danni dei salentini

Sarno e un pizzico di fortuna: il Foggia batte la Virtus

La rete decisiva arriva ad inizio ripresa

Di:

Foggia. Un gol di Sarno basta al Foggia per sbancare Francavilla. Al “Giovanni Paolo II”, i rossoneri vincono di misura ai danni dei salentini, riuscendo anche a soffrire e resistere nel finale: la rete decisiva arriva ad inizio ripresa.

Mister Calabro schiera il solito 3-5-2, con De Angelis ed Abate a comporre il tandem offensivo, mentre Stroppa usa il suo 4-3-3, in cui Sarno è l’unico confermato nel tridente, che vede tra i titolari anche Sainz-Maza e Padovan. Al 10’ la prima emozione della gara, ci prova Gerbo, che dalla distanza riesce soltanto a sfiorare la porta, mentre dopo 8’ lo stesso centrocampista serve Angelo, la cui conclusione termina di poco oltre la traversa. Al 24’ si vedono i padroni di casa, Biason riceve in area di rigore e calcia, trovando però la respinta dei difensori ospiti; minuto 30, stavolta è Vetrugno a pescare con un bel traversone De Angelis, sul cui colpo di testa Guarna si esibisce con una parata in bello stile. L’ultima emozione del primo tempo arriva dai piedi di Padovan, che al 42’ tira dal limite, mandando la sfera a lato; si va dunque all’intervallo senza reti.

Il Foggia preme sull’acceleratore ad inizio ripresa, dapprima è Agnelli a calciare a lato, poi, al 49’, arriva la rete che risulterà decisiva per il risultato finale: palla sulla destra a Sarno, che converge e calcia un pallone insidioso, Albertazzi è insicuro e vede la sfera terminare in fondo al sacco. Mister Calabro inserisce Gallù e Nzola, al 57’ è proprio il primo a crossare per Abate, il cui colpo di testa termina fuori di poco. Clamorosa opportunità per il Foggia al 60’: angolo dalla destra, Rubin salta più in alto di tutti ma la sfera colpisce in sequenza traversa, portiere e palo, senza terminare in gol. Da questo momento in poi, cresce la pressione della Virtus, che al 72’ sfiora il pari, con De Angelis che calcia dal limite, trovando la deviazione di Guarna, che manda il pallone sul palo. Minuto 84, ancora più pericolosi gli imperiali: Triarico crossa dalla destra, De Angelis impatta di testa e prende la traversa, poi Guarna salva tutto parando sul tiro di Galdean dal limite. Nei 4’ di recupero i padroni di casa continuano a spingere, ma l’ultima opportunità capita ai dauni al 93’, allorquando Padovan devia di testa su cross di Chiricò, ma Albertazzi salva tutto e devia la sfera. Qualche istante dopo arriva il triplice fischio, i rossoneri vincono di misura ai danni della Virtus, restando a punteggio pieno ed in vetta al girone C.

TABELLINO
VIRTUS FRANCAVILLA: (3-5-2) Albertazzi; Idda, Faisca, Abruzzese; Triarico, Prezioso (dal 71’ Finazzi), Galdean, Biason (dal 60’ Nzola), Vetrugno (dal 54’ Gallù); De Angelis, Abate. A disp.: Costa, Pastore, Liberio, Pino, Tundo, Albertini, Salatino, Turi, Monopoli. All.: Calabro.
FOGGIA: (4-3-3) Guarna; Angelo, Empereur, Coletti, Rubin; Vacca, Agnelli (dal 71’ Quinto), Gerbo; Sarno (dal 78’ Loiacono), Sainz-Maza (dal 64’ Chiricò), Padovan. A disp.: Sanchez, Letizia, Martinelli, Agazzi, Sicurella, Dinielli, Mazzeo, Riverola. All.: Stroppa.
Arbitro: sig. Zingarelli di Siena.
MARCATORE: 49’ Sarno (F).
AMMONITI: Vetrugno, Idda, De Angelis (V); Guarna, Vacca (F). – ANGOLI: 6-1 per il Foggia. – RECUPERI: 0’ p.t.; 4’ s.t..

(A cura di Salvatore Fratello, salvatore.fratello@outlook.com)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati