Eventi

Cantine d’Araprì, nella sala AR.CA Eddie Gomez

Di:

Eddie Gomez (r.cifarelli@)

San Severo – SABATO 20 ottobre, secondo appuntamento della rassegna “Bulles Notes” che si tiene presso le cantine d’Araprì di San Severo. Il concerto si preannuncia come uno di quelli che si ricorderanno negli annali della città: Eddie Gomez, per il quale l’aggettivo più usato è “leggendario”, suonerà nella sala AR.CA. (ARte in CAntina). Gomez è stato uno dei musicisti che nel corso di quattro decenni ha segnato la musica con le profonde impronte del suo passaggio: è stato contrabbassista nel mitico trio di Bill Evans che ha cambiato la concezione armonica del jazz da allora in poi, con Miles Davis, il più geniale musicista jazz di tutti i tempi. E poi, ancora, con Michael Brecker, con Jerry Mulligan, Benny Goodman, Art Garfunkel, Steve Gadd, Jimmy Cobb e centinaia tra i più importanti al mondo.

A San Severo suonerà con un quintetto che è in piedi da qualche anno e che annovera, con nostro orgoglio, Teo Ciavarella al pianoforte, musicista e didatta nei conservatori di Bologna e Ferrara, originario di San Marco in Lamis, Matt Marvuglio al flauto, preside del Berklee College, la più prestigiosa scuola di jazz al mondo, Marco Pignataro al sax, managing director dello stesso istituto ed infine Massimo Manzi, batterista tra i più importanti da quasi trent’anni della scena italiana ed internazionale. L’inizio del concerto è previsto per le 21:30. Seguirà, come ormai tradizione di d’Araprì, la degustazione di prodotti gastronomici selezionati da Michele Sabatino, il pane di Forno Sammarco e vini offerti dalle cantine d’Araprì. Importanti partner della rassegna sono Casa Sollievo della Sofferenza col progetto “Adotta una cellula”, Michele Sabatino, l’azienda agricola “Posta la via” di San Giovanni Rotondo e Forno Sammarco di Antonio Cera.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi