Manfredonia

Mazzamurro: “Dal 13 giugno senza contratto, chi penserà alla Flai?”

Di:

Convegno Flai Fg (St)

Un passato convegno della Flai Fg (St)

Manfredonia – “IL 13 giugno 2012 – dopo 4 mesi – è cessato il contratto part-time con il sottoscritto. Da allora nessuno della Segreteria Provinciale Flai” si sarebbe “preoccupato della situazione dell’ufficio Flai di Manfredonia, né tantomeno delle istanze e delle richieste degli iscritti e pur tuttavia il sottoscritto ha assicurato a tutt’oggi, non con la stessa frequenza contrattuale, la sua presenza per far fronte ad esse”. Da qui, i dubbi sul futuro. A comunicarli Antonio Mazzamurro, capo lega Flai Cgil di Manfredonia, in una nota inviata ai vertici della FLAI nazionale, alla segreteria regionale e alla Segreteria Generale Provinciale il 07/09/2012.

“Voglio al riguardo precisare che quanto sopra specificato è stato l’unico rapporto di lavoro ‘regolarizzato’ che è intercorso tra lo scrivente e la FLAI-CGIL di Foggia dal 2010 ad oggi. Altresì tengo a precisare che dalla medesima data gli iscritti della Flai” sarebbero “sprovvisti di tutela legale in quanto il legale dello studio con cui è stata stipulata la convenzione con l’U.V.L.” non sarebbe più presente “e ad oggi – dice Mazzamurro – non sappiamo ancora a chi affidare quest’attività a tutela dei nostri iscritti”. “Non voglio inoltrarmi in sterili polemiche che verrebbero interpretate come ‘personali’, ma vorrei palesare la scarsa attenzione che è dedicata ad alcuni territori e la mancanza di risposte ai lavoratori. In ultimo vorrei esprimere questa semplice conclusione: non sono le sigle che fanno le ‘istituzioni’, ma, in generale, gli uomini che ci lavorano e che la Flai di Manfredonia non si preoccupa esclusivamente di fare ‘tesseramento’ e che essa come centro operativo territoriale si fa carico delle pratiche e dei problemi, che sorgono, anche degli altri comuni (Mattinata, Monte S. Angelo, Zapponeta) che interagiscono con l’agenzia Inps di Manfredonia.

“A dispetto della situazione che verte la categoria a Manfredonia, in un contesto generale di crisi di organizzazione a livello di Camera del Lavoro territoriale e Confederazione Provinciale, vorrei sinceramente che ognuno si assumesse le proprie responsabilità nell’esclusivo interesse dei lavoratori”, conclude nella nota Mazzamurro.


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
3

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi