Capitanata

Potenza; non spetta al Comune assumere o licenziare

Di:

Antonio Potenza, già consigliere Pdl, neo sindaco di Apricena (STATO-sportnet)

Apricena – “ALL’AMMINISTRAZIONE Comunale non compete l’assunzione o il licenziamento dei lavoratori delle cooperative, che non sono dipendenti pubblici. Continueremo a puntualizzare questa questione perché purtroppo assistiamo ancora a polemiche politiche delle minoranze che strumentalizzano i lavoratori. A noi, lo ribadiamo a caratteri cubitali, interessa agire solo nel solco della legalità”. Lo sostiene il Sindaco Antonio Potenza il quale aggiunge che “è arrivato il momento di smetterla con le divisioni e di pensare al lavoro in termini di solidarietà e sussidiarietà”.

“Dal nostro insediamento – prosegue il Sindaco – siamo impegnati a creare le condizioni per tutelare il lavoro e l’occupazione di tutti. Stiamo incontrando imprenditori, artigiani, commercianti e ogni soggetto produttivo per trovare accordi che permettano di creare nuovi presupposti per l’occupazione. Stiamo chiedendo sacrifici anche a chi crea il lavoro, ai quali ribadiamo la nostra totale vicinanza come Istituzione, in modo che si possa tornare a vivere una nuova fase produttiva”. “Crediamo che sia giusto stringerci per permettere a tutti coloro che ne hanno bisogno di entrare nel mondo del lavoro e di avere la possibilità di vivere con dignità”. “Invece riscontriamo atteggiamenti contrari, anche da parte di chi, come ad esempio la Cgil, dovrebbe avere a cuore le problematiche di tutti i lavoratori, ma sta combattendo battaglie ideologiche prestando il fianco alle polemiche di alcuni soggetti politici, con questi ultimi che si fanno scudo dietro al tema del lavoro solo per rincorrere delle poltrone”.

Il Sindaco ha poi rassicurato i lavoratori che si occupano del servizio della nettezza urbana. “Queste maestranze – specifica – sono tutelate dalla legge e non potranno essere sollevate dal loro incarico da nessuno, in quanto responsabili di una prestazione essenziale”. “Il contratto nazionale del lavoro garantisce la loro posizione – ricorda Potenza – dunque vogliamo tranquillizzare i dipendenti che qualsiasi sarà il soggetto che vincerà l’appalto, nessuno potrà chiedere la loro sostituzione. Quindi è inutile che alcuni soggetti vadano in giro a diffondere informazioni false e tendenziose per mettere i lavoratori contro l’Amministrazione”. “Ripeto – va avanti il Primo Cittadino – il lavoro è un cosa seria e non è onesto, intellettualmente parlando, speculare sulle persone per fini di propaganda politica”.

“Crediamo sia arrivato il momento di smetterla di far credere alle persone che un’Amministrazione Comunale sia responsabile delle assunzioni o dei licenziamenti delle persone”, puntualizza il Sindaco. “Come Amministratori ci siamo impegnati a convocare un tavolo con i sindacati nel quale ci impegneremmo per trovare una mediazione che tuteli tutti i lavoratori e i disoccupati di Apricena. Questo è il nostro compito”. Il Sindaco ricorda che anche la decisione di incontrare i sindacati non è condivisa dalle minoranze. “Non capiamo perché si polemizzi anche su questo. Le opposizioni chiedono di essere interpellate in prima persona sul tema del lavoro, senza passare dai sindacati. E da quando i tavoli tecnici sul lavoro si fanno con i partiti senza incontrare i sindacati?”.“Comunque, – spiega il Sindaco – per un eccesso di zelo da parte dell’Amministrazione e pur non essendo tenuti a farlo, abbiamo voluto invitare i Capigruppo a prendere parte al tavolo tecnico con i sindacati”.

La guerra tra i lavoratori la sta fomentando chi, non accettando l’esito delle elezioni democratiche, fa leva in un momento così difficile sulle difficoltà della popolazione. E con questo spera di dare una spallata all’Amministrazione. Ma i Cittadini hanno capito che a queste persone con la pancia piena non interessa il bene dei lavoratori, bensì solo – conclude il Sindaco – tentare di recuperare qualche poltrona persa”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi