Capitanata

Rigenerazione urbana San Severo, Di Monte: nuova occupazione (F)

Di:

Il tavolo del convegno (sr@)

San Severo – SUCCESSO partecipativo al “Forum cittadino rigenerazione urbana”, svoltosi questa sera al Teatro Verdi di San Severo, e conclusosi con l’illustrazione del progetto “Cinemambiente” dedicato alle scuole. Tre intense ore all’interno delle quali si sono susseguiti gli interventi delle autorità pubbliche, e dei tecnici responsabili per progetti di notevole valore ingegneristico ed architettonico quali: il recupero dell’ex mercato coperto in Piazza Tondi, la messa in funzione sociale per laboratori arti e mestieri, il recupero e la riattivazione dei locali dell’ex camera del lavoro, oltre che il ripristino della pavimentazione del basolato nell’area del centro storico, la riqualificazione di Via Zannotti con realizzazione di una pista ciclabile e mercato coperto, la riattivazione di un tratto di Viale due Giugno tra via Apricena e via Zannotti, la sistemazione del Viale e della Piazza di San Bernardino, la sistemazione ed ampliamento del Polo sportivo di via zannotti, e ristrutturazione dell’altro sito in via Guido Rossa. (vedi illustrazioni “tavole”).

L’Amministrazione è orgogliosa di quello che si andrà a sviluppare. E’ la prima volta che tutta la città viene coinvolta direttamente nel partecipare a risultati soddisfacenti – afferma in apertura del panel il Sindaco Gianfranco Savino – manca poco per la cantierizzazione prevista per gennaio – febbraio dell’anno prossimo, termine peraltro imposto da chi ha finanziato le opere. Un ringraziamento particolare – osserva Savino – lo rivolgo all’architetto Mucilli incaricato di seguire la pianificazione e la messa in opera del “Parco Verde”, che godrà di un finanziamento europeo in fase di approvazione di circa 400 mila euro”, e che vede Silvestro Regina tra i collaboratori professionali più attivi.

“Non sono mutui, ma finanziamenti quelli per la città di San Severo, che gode di ottima salute da un punto di vista debitorio – sostiene e puntualizza l’assessore all’urbanistica Leonardo di Monte – mi auguro che si possa creare nuovi posti di lavoro . Drastico e netto, infatti, è stato il crollo verticale a livello regionale.”

L’architetto Lombardi, direttore e coordinatore dei lavori, oltre che mediatore del forum, introduce quella che è stata un’autentica sorpresa: “Cinema ambiente”, il progetto per le scuole, portato avanti dall’Assessore all’ambiente, l’Ing. Massimo D’Amico, insieme al responsabile della “comunicazione sostenibile”, il professore Claudio Pedone.

”Sono un po’ come il prezzemolo, quando si parla di problemtiche ambientali, quali il randagismo e la raccolta differenziata – osserva D’Amico – Cinema ambiente è il progetto messo su con la Cineteca di Torino aperto a tutti gli istituti scolastici che vi aderiranno. Gli studenti in modo gratuito, tramite una password di accesso al portale ufficiale www.cinemambiente.tv, potranno accedere all’archivio della cineteca storica e visionare sia corto, che medi, che lungometraggi.”

“All’interno dei territori le capacità realizzative di progetti diventano importanti, lì dove si richiede un intervento soprattutto culturale – dichiara Petrone – dalla crisi si esce solo adottando nuovi approcci, nuovi stili di vita all’interno dei quali i rifiuti, ad esempio, diventano la primaria fonte di energia. Ho accettato di aderire alla realizzazione dell’iniziativa solo quando ho avuto la certezza che dal progetto si potesse passare al ‘processo’ culturale, il solo in grado di dare continuità nl tempo e nello spazio, con quella cassetta degli attrezzi che consente l’educazione ambientale. L’iniziativa gode di una certa rilevanza nazionale, oltre che far parte del Festival internazionale di Torino.”

L’adesione del Comune di San Severo è stata la prima per il centro – sud Italia. L’amministrazione infatti si farà carico degli abbonamenti quantificati in 50 euro (escluso Iva) per gli istituti con un numero di ragazzi inferiore a 500, e di 100 euro per quelli che superano la medesima soglia. Sarà possibile collegarsi con tutte le scuole aderenti a livello nazionale, e fare educazione ambientale “a chilometro zero” perchè si lavora tramite internet. Sarà questa l’occasione per creare riflessioni di classe, e d’istituto. Non solo. La Pubblica amministrazione, al termine del percorso formativo, inviterà tutte le scuole al termine mettendo in palio concorsi a premio come l’accesso ad un corso di web design.

Da questa carrellata d’interventi si è poi lsciato spazio alla descrizione dei singoli progetti di rigenerazione urbana, ed alla formazione di gruppi di lavoro costituiti anche da cittadini al fine di consentire un dibattito di approfondimento.

(a cura di Ines Macchiarola inesmacchiarola1977@gmail.com)


Slide



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi