CronacaLavoro

Spending review, a casa 1500 aspiranti carabinieri

Di:

Carabinieri, parata (ST)

Roma – NUMEROSI aspiranti Carabinieri si sono rivolti nelle scorse settimane al Codacons al fine di ottenere tutela in merito alla vicenda del concorso per il reclutamento di 1886 allievi, finito al centro di una drastica spending review. “A tutela di costoro è già in preparazione un ricorso al Tar del Lazio – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Da giorni infatti stiamo ricevendo le segnalazioni degli aspiranti CC danneggiati da questo assurdo taglio, che ha ridotto drasticamente il numero dei giovani Carabinieri arruolati. Il nostro ufficio legale, dopo aver riscontrato la presenza di tutti gli estremi per impugnare il provvedimento dinanzi al Tar, chiedendone l’annullamento, ha già avviato la preparazione del ricorso”.


Tutti i giovani aspiranti danneggiati dal “taglio-beffa” che ancora non hanno avviato azioni legali, possono aderire all’iniziativa del Codacons, prendendo contatti con l’associazione o inviando una mail all’indirizzo info@codacons.it .


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi