Manfredonia

Tirocini formativi Provincia, atto di indirizzo Comune

Di:

Interno Palazzo San Domenico (ST)

Manfredonia – ATTO di indirizzo della Giunta – in adesione all’avviso pubblico FG/06/2012 del 27.09.2012 della Provincia – per la presentazione di un progetto di tirocinio formativo per accogliere nelle strutture del Comune un numero massimo di 4 giovani inoccupati o disoccupati, di età non superiore a 34 anni, in possesso della laurea a ciclo unico/magistrale/specialistica nelle discipline indicate in narrativa, conseguita entro dodici mesi dalla data di presentazione dell’istanza, per un periodo di sei mesi.

Autorizzato il Dirigente del 2° Settore ad avvalersi, per la rielaborazione e la presentazione del suddetto progetto, nonché a svolgere, qualora il progetto venga ammesso al finanziamento da parte dell’organo competente, i compiti di selezione, predisposizione della documentazione per l’attivazione e rendicontazione, formazione degli incaricati interni e monitoraggio dello svolgimento dei tirocini, di specifica assistenza esterna mediante conferimento di incarico a professionista di provata competenza e di fiducia, così come operato nel decorso anno, in conformità alle procedure per l’attivazione delle collaborazioni esterne.

Fissato in € 2.300,00, comprensivo di IVA, il corrispettivo massimo per le attività di cui sopra, con disponibilità nel Cap. 1200 “Convenzioni a termine per collaborazioni esterne ad alto contenuto di professionalità” del bilancio per l’esercizio finanziario 2012.


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Slide



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • avv. Gegè Gargiulo

    Da: Avv. Eugenio Gargiulo (eucariota@tiscali.it)

    Con il decreto “liberalizzazioni” il farmacista , pur garantendo i turni obbligatori, può aprire ad orari diversi senza preclusioni amministrative di sorta!

    I giudici del Consiglio di Stato, nell’ordinanza n. 3555 del primo settembre scorso, hanno focalizzato l’attenzione su una disposizione introdotta con il decreto legge n. 1 del 2012 (decreto liberalizzazioni), in materia di liberalizzazione degli orari e dei turni delle farmacie.

    L’articolo 11 comma 8 del decreto, fatto salvo l’obbligo per il farmacista di rispettare gli obblighi di apertura dell’esercizio imposti dalle autorità per un determinato turno o per un certo orario, riconosce la facoltà di aprire e chiudere l’attività anche ad orari diversi, senza che un determinato provvedimento amministrativo possa intervenire imponendo alcun obblighi.

    Quindi, alla luce di questa norma, i provvedimenti amministrativi in materia restano validi ma solamente nella parte in cui impongono alle singole farmacie di restare aperte in determinati orari o turni.

    Questo allo scopo di “garantire continuamente alla generalità degli utenti la reperibilità di una farmacia aperta ed accessibile entro un ragionevole margine di distanza”.

    Divengono, invece,non vincolanti nella parte in cui, tali provvedimenti, prevedono che gli esercizi restino chiusi ad orari e turni diversi.

    Sulla base di questa disposizione è stata accolta l’istanza cautelare di due farmacisti nell’ambito di una controversia dinanzi al Tar Campania su provvedimenti inerenti orari di turni e ferie delle farmacie, che vede i due professionisti contrapposti all’Ordine dei farmacisti, all’Asl e ad un concorrente.

    In conclusione, una volta che il farmacista rispetta i turni obbligatori, per il resto, è libero di aprire o chiudere a suo piacimento, senza l’intervento di provvedimenti amministrativi ad hoc!
    Foggia, 15 ottobre 2012 Avv. Eugenio Gargiulo


  • francesco granatiero

    Nemmeno nei progetti di tirocinio considerano noi laureati in economia dell’ ambiente a manfredonia.e poi chi si è laureato da più di un anno cosa dovrebbe fare?cercare lavoro su marte?


  • lince

    Studiato a misura per qualcuno? No solo un caso!! Nella ns Citta’ anche concorsi con 2 partecipanti!!!!!!!!!! ! vincitore…….trice.


  • antonio

    La laurea??? Ma se in quel comune al massimo hanno la licenza media,addirittura altri licenza elementare.Solo qualcuno dell’ amministrazione ha la laurea,e poi per fare un tirocinio di 6 mesi deve aver la laurea???E i diplomati che fanno?Perche’ i tirocini non vengono fatti fsre a chi e’ in mobilita’??Ormai la maggiorparte delle kauree sono comprate,non ho parole…


  • francesco granatiero

    Infatti al comune di monte sant’angelo la scorsa settimana hanno fatto qualcosa per i giovani e non chiacchiere come fanno a manfredonia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi