ManfredoniaPolitica
"Vogliono tornare alla guerra fredda, Italia supina alla NATO"

Ferrero: Soldati italiani in Lettonia, pura provocazione

Di:

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiara: «L’invio di soldati italiani in Lettonia è una pura, gravissima provocazione. I ministri Gentiloni e Pinotti sono due irresponsabili che, con questa decisione, riaprono il peggio della guerra fredda. Quando Gentiloni dichiara che non si tratta di un’aggressione mente sapendo di mentire. Se Putin schierasse l’esercito al confine tra Usa e Messico cosa direbbe Obama, quale sarebbe la reazione degli Stati Uniti?

Chiediamo che il governo italiano ritiri questo suo impegno e non invii alcun contingente, l’Italia non partecipi a operazioni Nato che hanno come unico obiettivo quello di ricostruire la cortina di ferro e l’odio tra Russia ed Europa.

Sono dei criminali, il governo italiano è supino ai voleri della Nato».



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Anto

    E io pago. Con tutta la spesa per le operazioni inutili dei nostri militari da 25 anni a questa parte, ( missioni, strade sicure ecc.) quande cose si sarebbero potute fare. Fiumi di denaro pubblico, ma veramente tanto tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati