Foggia
"L’ATAF è vittima di un sistema fallimentare complessivo della macchina comunale"

Rizzi “Caro Landella, è comodo far pagare ai più deboli i fallimenti della politica”

Di:

Foggia. ”Sì, caro Sindaco, è veramente facile far pagare i costi della cattiva gestione a chi rimane silenzioso, a chi non protesta perché troppo debole per alzare la testa (anche perché in molti casi per alzare la testa ha bisogno di supporti fisici). Lei e la sua maggioranza vi siete nascosti dietro i problemi economici dell’azienda di trasporti ATAF, che ha ormai forse tutti e due i piedi nella fossa. Un’azienda con tassi di assenteismo intollerabili, e che eroga un servizio assolutamente deficitario, con un parco macchine obsoleto.

Errori che di certo si sono accumulati negli anni, ma che, vista l’assenza di una visione complessiva dei fenomeni e della capacità di dare indicazioni gestionali chiare, si sono acuiti grazie alla lottizzazione politica del CDA. Noi di Alternativa Libera – afferma Giorgio Cislaghi – ci chiediamo che competenze specifiche abbiano i componenti dell’attuale CDA rispetto ai temi della mobilità e alla gestione di una azienda di trasporti.

L’ATAF è vittima di un sistema fallimentare complessivo della macchina comunale. Un solo esempio: la non incisività del corpo della Polizia municipale che non è in grado di sanzionare adeguatamente gli automobilisti che non rispettano le regole relative alla sosta. In aggiunta a quanto sopra esplicitato, l’ATAF ha precise responsabilità – fa notare Marino Talia, referente delle politiche sui trasporti di Alternativa Libera – quanti sono i mezzi fermi e inutilizzabili per i quali noi cittadini pagavamo bollo e assicurazione, quando gli stessi dovevano essere invece rottamati?

Un sistema ormai al collasso – afferma il consigliere comunale Vincenzo Rizzi, che aggiunge anche : “E’ inaccettabile il tentativo di occultare la verità dei fatti, ossia che l’amministrazione Landella pur di fare cassa con gli stalli blu, ha deciso di far pagare i soggetti più deboli e socialmente meno difesi. Pertanto, invito i consiglieri di maggioranza a rivedere la loro posizione e a evitare di arrampicarsi sugli specchi. Errare è umano, ma perseverare diventa diabolico.

Così come non possiamo accettare – continua il consigliere Rizzi – la logica che siccome c’è stato un abuso nell’utilizzo dei pass, forse distribuiti con estrema facilità nel passato (probabilmente anche a fini elettorali), questi abusi sono poi diventati diritti e, come tali, nei fatti tutelati, visto che mai si è provveduto a revocarli. In virtù di tali abusi, si vuole far pagare chi ha veramente diritto e che di questi abusi è la principale vittima. Alternativa Libera ritiene che l’Amministrazione Landella debba spiegare con chiarezza come sono stati utilizzati i fondi ricavati dagli stalli e se l’utilizzo degli stessi sia avvento nel rispetto delle normative esistenti. A tal fine – aggiunge il Presidente di Alternativa Libera Foggia Francesco Paolo Gentile – nell’ottica costruttiva che caratterizza la nostra azione politica, chiediamo che vengano resi nuovamente gratuiti gli stalli per i diversamente abili, che i proventi dalla sosta vengano investiti per eliminare le barriere architettoniche della nostra città.

(Vincenzo Rizzi, Alternativa Libera Foggia 15.10.2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati