Cronaca
L'agente, tenuto sotto osservazione, è ricoverato nel reparto di neurochirurgia degli Ospedali Riuniti di Foggia

Carceri: migliora agente aggredito a Foggia

L'aggressore dell'agente di polizia del carcere di Foggia, un detenuto 29enne condannato per reati contro il patrimonio e la persona, aveva colpito ripetutamente l'assistente capo al volto e alla testa


Di:

Migliorano le condizioni dell’assistente capo 53enne di polizia penitenziaria che due giorni fa è’ stato gravemente ferito da un detenuto all’interno del carcere di Foggia. L’agente, tenuto sotto osservazione, è ricoverato nel reparto di neurochirurgia degli Ospedali Riuniti di Foggia. Lo rende noto un comunicato del sindacato di polizia penitenziaria Cosp che annuncia una manifestazione a Roma, il 13 dicembre, alla quale parteciperanno tutti gli agenti vittime di aggressioni nelle carceri italiane.

L’aggressore dell’agente di polizia del carcere di Foggia, un detenuto 29enne condannato per reati contro il patrimonio e la persona, aveva colpito ripetutamente l’assistente capo al volto e alla testa, prima con una bottiglia piena d’acqua e poi con uno sgabello, ferendolo in modo grave. “L’uomo denunciato all’autorità giudiziaria”, informa il comunicato del Cosp, “dovrà rispondere di lesioni gravi, oltraggio a pubblico ufficiale e tentato omicidio”.

Fonte norbaonline.it

Carceri: migliora agente aggredito a Foggia ultima modifica: 2017-10-15T21:24:42+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi