Foggia

Pista Gino Lisa, terminata elaborazione Piano di Rischio

Di:

L'assessore al Comune di Foggia A.Marasco (STATO@)

Foggia – NELL’AMBITO della conferenza stampa tenuta, stamattina, dall’assessore alla Qualità e all’Assetto del Territorio, Augusto Marasco, è stata ufficializzata la conclusione dell’elaborazione del Piano di Rischio Aeroportuale, impegno assunto dal Comune di Foggia nelle conferenze di servizi sul progetto di allungamento della pista dello scalo “Gino Lisa”, conclusesi due mesi fa presso il Provveditorato alle Opere Pubbliche di Puglia e Basilicata.

«L’elaborazione del Piano di Rischio, sviluppata con la collaborazione della “Tecno Engineering 2C”, è terminata venti giorni fa – ha detto Marasco – e, da allora, siamo in attesa di una data per il necessario confronto con l’ingegner Costantino Pandolfi dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile che, proprio ieri, ha prospettato che l’esame congiunto sarà svolto nella prima decade di dicembre». L’assessore ha aggiunto che, sempre nella giornata di ieri, è stato informato del fatto che sarebbe stato raggiunto telefonicamente dal presidente della Commissione nazionale per la Valutazione di Impatto Ambientale. Quest’ultimo avrebbe anticipato l’impossibilità di procedere nell’esame prima dell’approvazione del Piano di Rischio.

«Conosco le procedure – ha precisato Marasco – ma ho voluto, per scrupolo, confrontarmi anche con l’ingegner Piergiorgio Brunod della “Tecno Engineering 2C”, data la vasta esperienza accumulata lavorando per 53 scali aeroportuali in Italia e per 9 all’estero: è escluso che esista un rapporto tra le procedure di valutazione VIA e il Piano di Rischio aeroportuale».

«Manteniamo i tempi record su cui ci siamo impegnati – ha concluso l’assessore – e, finita la fase di condivisione con ENAC, trasmetteremo il Piano di Rischio all’attenzione del Consiglio comunale».


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi