Manfredonia
"Promesse ricevute da qualche politico locale che, poi, ha rinunciato a tali propositi?”

Energas, Riccardi a Menale “Dino, stappa un crodino”

“Come puoi affermare che prendi atto della consultazione, ma vai avanti?"

Di:

Manfredonia. E’ stato chiaro quanto l’esito del referendum, il sindaco Riccardi quando si è rivolto all’azienda partenopea, invitandola a riconsiderare il proprio progetto, dopo la manifestazione tangibile di un così diffuso dissenso. “Si prenda atto che questa è la volontà della comunità di Manfredonia. Volontà espressa attraverso l’esercizio democratico per antonomasia del voto. Qui non ci sono le condizioni necessarie perché si possa realizzare l’impianto prospettato. Si faccia un passo indietro e si cerchino, magari, altri luoghi dove proporsi”, ha commentato il primo cittadino dall’Ufficio Elettorale, dove ha seguito i risultati del voto.

E l’Energas? Aveva dichiarato che avrebbe parlato direttamente alla nostra comunità, circa due anni fa, prospettando incontri pubblici che, invece, sono stati svolti in segrete stanze e in forme più simili a quelle in uso alla massoneria, per fare un esempio. L’azienda, dopo aver appreso dell’indizione del referendum comunale, aveva anche affermato pubblicamente, ancora una volta, che era arrivata l’occasione per parlare ai manfredoniani, ma da quell’1 ottobre (data in cui fu rilasciata tale intervista) non è cambiato nulla: l’immancabile appunto secondo il quale l’Amministrazione avrebbe dovuto organizzare confronti tra le parti, incontri carbonari e pioggia incessante di spot commissionati ad un noto attore pugliese.

Caro Dino (Menale, NdR), stappa un crodino! Lo diceva uno spot televisivo ben più noto di quello che hai fatto diffondere nel periodo immediatamente precedente al nostro referendum. Rinfrescati da tanta arsura e fatica, quest’ultima risultata vana perché i manfredoniani non hanno l’anello al naso. Potrebbe esserti utile sorseggiarlo lentamente – dice Riccardi – per meglio interpretare il responso delle urne e comprendere, una volta per tutte, che la comunità di Manfredonia non vuole che la tua impresa ne diventi parte: questa l’intenzione che hai manifestato nel commento del voto. E poi, come puoi affermare che prendi atto, ma vai avanti? Forte di chi o cosa? Non certo della popolazione e dei suoi rappresentanti istituzionali. Trai tanta caparbia ostinazione, allora, per promesse ricevute da qualche politico del luogo che, magari, sosteneva la tua iniziativa di nascosto e, poi, costretto dal voto, ha dovuto rinunciare a tali propositi? Sappi che non ci sono promesse o rassicurazioni che argineranno la volontà espressa dalla comunità di Manfredonia”.

“Se non fosse un tema così delicato e importante per la nostra collettività, mi verrebbe da pensare – riprende il sindaco Angelo Riccardi – ad una commedia napoletana, ma io non sono Scarpetta e tu non sei Sciosciammocca. Io sono, più umilmente, il sindaco di Manfredonia e, come tale, devo anteporre l’interesse collettivo a quello dei singoli. Il risultato schiacciante della consultazione non ammette repliche e, per quanto si tratti di una consultazione comunale con valore unicamente consultivo, raccogli la baracca (che non c’è ancora fisicamente) e i burattini (questi si sono visti e manifestati) e dimentica Manfredonia come comune a cui affibbiare il più grande deposito di GPL d’Europa. Abbiamo altre ambizioni e le stiamo portando avanti con costanza e sacrificio. I risultati saranno maggiormente evidenti con il trascorrere del tempo, ma i dati di fatto rendono giustizia al nuovo percorso che abbiamo intrapreso. Manfredonia possiede il sito turistico più visitato nell’intera regione Puglia: è la basilica realizzata da Tresoldi e non il deposito che vorrebbe insediare l’Energas. Continueremo, Amministrazione comunale e popolazione, a batterci, pacificamente, in tutte le sedi possibili, perché sia rispettata da tutti la volontà della nostra comunità”.

Lo riporta una nota dell’Ufficio Stampa del Comune di Manfredonia



Vota questo articolo:
30

Commenti


  • "2 NO -1"

    INSOMMA PAPALE PAPALE, PRIMO ERO CONVINTO NEL PROGETTO, ADESSO NON PIU’, LA VOLONTA’ DELLA COMUNITA’ E’ PIU’ IMPORTANTE.


  • Romina Pow

    In pratica meglio Roma che i posti di lavoro (non continuo). Caro sindaco, l’unico che considera i suoi concittadini con l’anello al naso sei tu che strumentalizzi dalla tua poltrona tutti quelli che non ti convengono. Non accetti il contraddittorio, in nessuna forma. Questo referendum non ti appartiene. Oltre alla tua corte, che gode di grandi privilegi, i manfredoniani che sono andati a votare non l’hanno fatto per te. Non ti ergere a paladino di niente. Usi i social credendo che ti tingano di bianco. Certo tutti pensiamo che sei uno che pensa alla città. Un giorno la tua coscienza chiederà il conto. Ora che hai fatto 13 contestando energas e arrivando alla ribalta nazionale risolvi l’altro problemino con il barzellettiere e sarete tutti felici e contenti.


  • Menaldonialik

    SIndaco troppo forte!!!! Ah ah ah


  • Elettore PD schifato

    Io e tanti altri abbiamo votato secondo nostra coscienza e non perche’ l’abbia consigliato il sindaco


  • Claudio

    Grande Sindaco Riccardi …. io personalmente l’ho sempre apprezzato ….. lei sta dando l’anima a differenza di altri che non hanno fatto un c……o e oggi dopo l”esito positivo del referefum tutti vogliono la medaglia ……se l’esito fosse stato negativo non oso immaginare le conseguenze ….Con tutta sincerità questo é un paese che non merita nulla ……. io lavoro a foggia ….. I foggiani hanno una grande stima di lei ….. ricordano quando lei faceva l’assessore alla provincia ….. Grande ed unico Riccardi


  • ignorante

    Mi sembra tutto una pagliacciata poco seria, l’unica cosa da fare era ed è quella di parlare con chi può fare qualcosa, discuterne seriamente far presente che la popolazione è contraria, con la speranza che chi di poteri alti convica con qualche promessa di contentino energas a rinunciare, visto che hanno tutte la carte in regola non credo che rinunciano con l’aggressione e messa in ridicolo di Manfredonia.


  • Uno di Voi

    Parole queste che ti avrebbero dato lustro se le dicevi.con me 3 anni fa, invece tu per 2 anni .. l’anno scorso se si parlava di Energas tu rispondevi che era una strumentalizzazione e fino a giugno 2015 tu hai negato la presentazione dell’istanza del permesso di costruire di Energas

    Nemmeno nella campagna referendaria hai preso parte dichiarandoti arbitro!

    Il risultato di questo referendum è solo merito della volontà generale dei cittadini di Manfredonia, alla loro matura coscienza civica su cui puntare nel prossimo futuro, costi quel che costi!

    Per questo tu come Sindaco – dovresti ringraziare di cuore tutti i tuoi cittadini che sono andati a votare, i quali hanno dimostrato una maturità civica da 60/60 ……

    GRAZIE MANFREDONIANI, CITTADINI ADULTI E MATURI E RESPONSABILI!!!!!

    IL FUTURO È SOLO VOSTRO. NON FATEVELO – DA 4 -DI CUI CONOSCETE NOME E COGNOMI!


  • Akka nisciun e' fess!!!

    E se stessimo assistendo alla più’ grande commedia di tutti i tempi? Altro Eduardo.

    Comunque sappiate che il popolo vigila su di voi e si attende dichiarazioni ufficiali pro NO da parte del Sindaco Riccardo e i compagni del PD altrimenti non siete credibili, i magnaccia romani hanno ideato la riforma per poter risolvere fascisticamente situazioni imbarazzanti come quella di Manfredonia!!


  • Silvana

    Pare che il sindaco stia mettendo le mani avanti……, dopo l’articolo di Lannes una uscita del genere da parte del sindaco mi sembra veramente inopportuna.
    Le promesse……..?
    Mah…. secondo me prima o poi verranno fuori delle belle sorprese …..e mentre qualcuno sorseggiera un crodino , per qualche altro ci vorranno litri di camomilla o ancor meglio goccie di Lexotan.


  • Manfredoniano

    Ho il sentore che questa bruttissima odissea sipontina causerà sconvolgimenti politici e tantissima rabbia popolare, badate bene a quello che fate politici e gasiferi. Nessuno ha il diritto di giocare con la nostra vita, con la nostra serenità e con il nostro futuro., nessuno ne i politici e neanche gli investitori indesiderati dal popolo.


  • Alfredonia

    Caro Menale, vai pure avanti, e tira fuori pareri e autorizzazioni varie, altrimenti tornatene quanto prima a Napoli, il gioco del NASCONDINO si puo’ fare fino a 10 anni, visto che sei cresciuto o vieni allo scoperto o non ci stare a rompere il -..
    Se continui a dar fastidio, oltre ai danni morali, psichici e turbativa della quiete pubblica, ti chiederemo anche gli euro spesi per il referendum, e il rimborso del tempo che ci hai fatto perdere per andare a votare per difendere la nostra tranquillita’ e sicurezza, cose che spettano alle istituzioni.
    Riprenditi i PANETTONI e fai un Buon Natale

  • Ma per quanto ancora dobbiamo sopportare questi abusi e queste ansie con tutti gli altri problemi che abbiamo e che abbiamo avuto in passato,quando tornerà l’Aurora .


  • antonella

    Ma che belli questi scambi, cosi amichevoli tra il sindaco e Menale
    ( dino amichevolmente chiamato dal sindaco riccardi) mangia un aragosta, visto che ci sei, aggiungo io, che messaggi accomodanti , voglio provare a leggere tra le riga è dare un interpretazione personale,
    La frase “beviti un crodino…e fallo lentamente”, un eufemismo interessante,
    potrebbe intendersi come: c’è bisogno di tempo, abbastanza tempo da far dimenticare i fasti del successo referendario? Oppure potrebbe intendersi, di aspettare al voto del 4 dicembre? Dove se passa il SI, le materie di competenze locale, come ambiente, energie, e opere strategiche di interesse nazionale passerebbero all’unico e supremo giudizio del premier Renzi appunto?
    Ma dove è finito il difensore della città che dovrebbe andare a Roma presso il Mise e a voce altissima e far valere, mettendo gli atti il voto schiacciante dei No espressi dalla comunità manfredoniana???
    Mah..


  • Anno XVI era Riccampo

    Con i preziosi interventi di Uno di voi unitamente agli articoli di Lannes
    si potrà in futuro, stampare un libro avente il seguente titolo:

    DISTRUZIONE MANFREDONIA ULTIMO ATTO.
    L’Odissea di San Spiriticchio.


  • Le cene più belle sono quelle con il "botto"

    Cribbio! Questa è pubblicità occulta al nota marche di bibite. Mi meraviglio di voi redazione che siete sempre cosi attenti.(haha, grazie,ndr)


  • Carmen

    Diciamo che questo sfottò è una caduta di stile…
    Da qui però a ipotizzare un messaggio in codice del sindaco verso Menale,come dice la sig Antonella…
    Suvvia,cerchiamo di non partire sulla tangenziale.


  • elettore

    i voli pindarici dell’addetto stampa del comune sono sempre più incredibili, sei il mio mito addetto stampa, da grande voglio essere come te 🙂


  • Belle parole

    Ora è di nuovo lui. Battute scocchianti e solita arroganza. Altro che umiltà


  • Antonio Trotta

    @Antonella, scusami ma secondo me state facendo confusione.
    Il Referendum del 4 dicembre è alla base di una riforma costituzionale che richiede tempi lunghi.

    Il Referendum del 13 novembre era solo consultivo e non ha alcun valore legale.

    Il sindaco da buon burattinaio sta giocando e sta riuscendo molto bene nella Sua impresa.
    Naturalmente Manfredonia da marionetta risponde perfettamente.

    Se non ve ne siete accorti è passato un altro anno e a Manfredonia l’unica preoccupazione è stato fare guerra all’Energas.
    In un anno a Manfredonia cosa è stato fatto?
    Turismo? Aziende? Lavoro?
    In un anno si è parlato di vocazione turistica, agricoltura, pesca e chi più ne ha più ne metta, però nessuno ha detto chi sono gli investitori o da dove devono arrivare i fondi.

    In tutto questo frangente ci siamo dimenticati dell’ospedale, della Manfredonia Vetro (che personalmente non avrei fatto mai installare a Manfredonia), del progetto Italia di ENI che dovrebbe da piani ufficiali investire in attività sostenibili a partire dal 2017 (Manfredonia sembra uno dei primi comuni a beneficiare di questi investimenti).

    Energas per la politica è un problema serio. 1. Perché non ci sono finanziamenti pubblici da gestire (vedi la zona del contratto d’area), 2. L’imprenditore che non riceve finanziamenti non è manipolabile, 3. La politica deve diventare efficiente, avrebbe potuto rivendicare un ospedale efficiente mettendosi contro la regione.

    Ora l’estate è alla porte però non sembra che ci siano i presupposti per investire nella cultura, nel turismo per la stagione 2017.


  • Dilettante


  • Sandro

    “Se qualcuno ha qualcosa da dire parli ora o taccia per sempre”.
    Ecco questo è il gioco di squadra del sig. Menale, quello che l’opinionista “Uno di Voi” mette in campo tutte le volte che c’è da screditare chi la pensa in modo diverso: il Sindaco Riccardi. E’ bravo il sig. Menale, è intelligente il sig. Menale, sa soffiare bene sulle ceneri, sa che cosi facendo prima o poi il fuoco divampa, è talmente astuto da non farlo in prima persona, lascia fare ad altri il “gioco sporco”. Non’è come il Sindaco Riccardi, che le cose le dice come le pensa e le dice in prima persona, consapevole del fatto di farsi nemici, perché la verità fa male!
    Caro Uno di Voi, Il vero capitale dei monopolisti è l’ignoranza della gente, allora se ha delle prove che lasciano intravedere la mala fede del nostro sindaco, le metta fuori altrimenti non le dico taccia per sempre ma le dico: si prodighi per il bene di Manfredonia!
    ad maiora!


  • BASTA CON QUESTO GRANDISSIMO INCUBO!

    FINIAMOLA CON GLI SPOT! LA FACCENDA E’ TREMENDAMENTE SERIA E DRAMMATICA I POLITICI E AMMINISTRATORI CHE HANNO GOVERNATO QUESTA CITTA’ DA FINE ANNI 90 AD OGGI CON A CAPO IL DUETTO CAMPO RICCARDI SEGUTI DA TUTTI GLI ALTRI SI ORGANIZZASSERO AD ANDARE A ROMA A RISOLVERE IL PROBLEMA PORTATEVI LE TANICHE DI BENZINA PER BUTTARVELA ADDOSSO A SCOPO DIMOSTRATIVO PORTATE I VESSILLI DELLA CITTA’ FATE QUELLO CHE VOLETE MA VOGLIAMO I RISULTATI TANGIBILI E REALI! AD ESEMPIO EMILIANO HA FIRMATO LA REVOCA? VOI TUTTI CI STATE ROVINANDO LA VITA CON QUESTO INCUBO SIETE RESPOSABILI STATE DETERIORANDO LA NOSTRA TRANQUILLITA’ LA NOSTRA SERENITA’ E’ INQUINATA DA QUANDO SI E’ SPARSA LA VOCE DEL PROGETTO DEL PIU’ GRANDE DEPOSITO DI GPL D’EUROPA SOTTO I NOSTRI PIEDI! ORA BASTA!
    IL POPOLO SIPONTINO ESIGE ATTI POLITICI DI FORTE SPESSORE E RISULTATI CONCRETI NOI ABBIAMO FATTO LA NOSTRA PARTE ORA TOCCA A VOI!


  • agguerrito

    Ma veramente credete che la vittoria dei “NO” si a schiacciante?
    Hanno votato il 53% degli aventi diritto, di questi il 5% appartiene allo schieramento dei “SI” e fin qui ci siamo.
    Ora chiedo ai lettori: il restante 47% che non ha votato, perchè non ha espresso la propria volontà? Forse perchè non facendo raggiungere il quorum avrebbe reso inutile il referendum consultivo?
    Io credo di si.
    Quindi…..ringraziamo anche quel 5%.


  • Diego Cana

    Questo comunicato è un clamoroso autogol da parte del sindaco.


  • Asia

    Grandissimo il nostro Sindaco. Tutta la provincia lo vorrebbe come sindaco della propria città . Cara MANFREDONIA VECCHIA fatevene una ragione. Vi rimane la tastiera. Caro professore per affogare la rabbia che avete in corpo bevetevi anche voi con il pennivendolo a gettoni un bel Crodino.


  • Cetto la qualunquemente

    Gli unici che mi ha superato in Italia sono Campo e Riccardi


  • giuseppe

    meno male che sono ex residente.. un sindaco così è da vergognarsi.. un ruolo istituzionale in una vicenda così delicata e lui se ne esce con questi spot la cui eleganza e correttezza è tutta da vedere.. sig. sindaco faccia i passi istituzionali che le competono.. ad esempio convochi il suo amico presidente Emiliano, recatevi a Roma dal presidente Renzi o ministro di questo governo interessato e fornite ai cittadini l’unica cosa che vogliono. Cosa accade ora lla luce della consultazione referendaria? cosa succede se il 4 dicembre le competenze passano al governo? quali sono stati tutti gli atti e a firma di chi che hanno portato a questo progetto in fase già molto molto avanzata tenendo all’oscuro la popolazione… come vede ha un bel da fare e nel frattempo si può bere una bella gazzosa d Pav’lucc… a noi sipontini veri piace di più…


  • Giulia

    Sappiamo e siamo coscienti che questo risultato del sindaco e dei manfredoniani perbene vi fa star male. Speravate in un flop, per potere attaccare il nostro SINDACO, invece ,cara MANFREDONIA VECCHIA vi dovete per l’ennesima volta leccare le ferite. Per alleviare questo triste momento cosolatevi con un Crodino. Antonellona a te due litri.


  • UN NO PER SALVARE MANFREDONIA E L'ITALIA

    Non si direbbe visto il grande impegno di Manfredonia Nuova e il Movimento 5 stelle chi ha peccato in impegno sono altri sono quelli che alle scorse amministrati con le mogli presidiavano gli ingressi delle scuola per “questuare il voto” sono quelli che facevano i bliz nei bar a prelevare gente da portare al voto, sono quelli che ogni volta che ti incontravi ti chiedono il voto, sono quelli che organizzavano cene elettorali! Stranamente domenica non c’era nessuno…
    ma come si fa a tentare di buttare il fango su concittadini che hanno profuso tanta energia prima! Se il nostro caro Sindaco è sceso in campo il merito va dato a chi ha costretto a farlo! A chi a informato sin dal 2014 la grandissima porcata in atto! Il Sindaco è un grande combattente spero che conduca la città alla vittoria però diamo a cesare quel che è di cesare!


  • antonella

    Grazie Giulia per il codino, quello però bevilo tu che sei esperta/o in materia,
    io preferisco altro, che berrò in compagnia e alla salute dei manfredoniani che hanno messo una bella croce sul No. Ovviamente, il 4dicembre metteremo un altra croce sul NO ALLA RIFORMA e sui suoi sostenitori.
    #iorivotoNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati