GarganoManfredonia
Oltre 300 guide da tutta Italia al summit in programma dal 16 al 20 novembre all’Oasi Lago Salso

Parco, al via la XXIV Convention Nazionale delle guide ambientali

Previste anche le testimonianze di chi ha operato nelle zone colpite dal terremoto

Di:

Foggia. Un Patto per il rilancio del Territorio Italiano dopo il terremoto che veda le guide ambientali come i nuovi controllori del territorio, in supporto alle comunità locali e alle aree protette. E’ questa la proposta che sarà lanciata nel corso del convegno in programma sabato 19 novembre all’Oasi Lago Salso, momento clou della XXIV Convention Nazionale delle guide ambientali escursionistiche, organizzata dall’ AIGAE (Associazione Italiana Guida Ambientale Escursionistica) e dal Parco Nazionale del Gargano, che prenderà il via domani per concludersi domenica 20 novembre. All’evento del 19 novembre – al quale parteciperanno anche il Presidente del Parco del Gargano Stefano Pecorella, il presidente di AIGAE Stefano Spinetti e Giampiero Sammuri, Presidente nazionale di Federparchi – porteranno la loro testimonianza anche le Guide Ambientali Escursionistiche che hanno operato nelle zone rosse del terremoto che ha devastato il Centro Italia. E proprio dai Comuni più colpiti dal sisma arriveranno anche dei prodotti gastronomici con cui verrà allestito un banchetto della solidarietà.

Grande attesa per Vienna Cammarota che dopo duecentotrenta km e dieci giorni di cammino, nel primo pomeriggio di giovedì 17 novembre , concluderà il suo lungo percorso a piedi varcando i cancelli dell’Oasi Lago Salso. L’arrivo di Vienna, coordinatrice campana dell’AIGAE, si incrocerà venerdì 18 novembre con quello di altre quaranta guide provenienti dal Molise che raggiungeranno il Parco Nazionale del Gargano in mountain bike.

“Abbiamo fortemente voluto ospitare questo evento – dichiara il Presidente del Parco Nazionale del Gargano Stefano Pecorella- per promuovere ulteriormente il nostro patrimonio naturalistico e per creare momenti di confronto e condivisione con chi quotidianamente lavora a diretto contatto con la natura”.

Le guide ambientali vivranno quattro giornate intense tra momenti di approfondimento e formazione, dimostrazioni tecniche anche subacquee ed escursioni naturalistiche alla scoperta delle straordinarie bellezze del Parco Nazionale del Gargano.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati