Foggia
"Si tratta di fondi ormai assolutamente necessari per poter garantire la funzionalità degli enti"

UPI a Padoan e Alfano: trasferimenti, pagare spettanze a Province

"La situazione finanziaria delle Province - scrive il Presidente Variati - presenta gravi profili di criticità in molte realtà del Paese"


Di:

Lettera inviata dal Presidente dell’Upi, Achille Variati, al Ministro dell’Economia Padoan e e al Ministro dell’Interno Alfano, nel quale si chiede con urgenza il pagamento del saldo delle spettanze per l’anno 2015 per quelle Province che ancora devono incassare i trasferimenti a valere sul fondo sperimentale di riequilibrio. “La situazione finanziaria delle Province – scrive il Presidente Variati – presenta gravi profili di criticità in molte realtà del Paese. La fase di chiusura dei bilanci di previsione si è appena conclusa, non senza estreme difficoltà di conseguimento del necessario equilibrio, ed è diffusa la preoccupazione in molti enti circa la possibilità di arrivare, nei prossimi mesi, ad una carenza di liquidità, anche per la gestione ordinaria degli enti. E’ per questo motivo che mi permetto di sollecitare con urgenza il pagamento del saldo delle spettanze per l’anno 2015 per quelle Province che ancora devono incassare i trasferimenti a valere sul fondo sperimentale di riequilibrio. Si tratta di fondi ormai assolutamente necessari per poter garantire la funzionalità degli enti, e sono fondi che peraltro sono stati versati allo Stato dalle altre Province che ormai sono definite “incapienti”. Il fondo sperimentale di riequilibrio delle Province è infatti interamente alimentato dal comparto medesimo, e anzi contribuisce per oltre 245 milioni annui al processo di risanamento della finanza pubblica attraverso il versamento allo Stato di tale somma.

UPI a Padoan e Alfano: trasferimenti, pagare spettanze a Province ultima modifica: 2015-12-15T18:15:05+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi