Foggia

Succhi d’arancia, Oliverio e Mongiello: “20% di frutta in quelli made in Italy”

Di:

(www.perlacitta.it)

Foggia – “IN Italia le bibite analcoliche a base di frutta si devono produrre con la frutta”. Lo affermano i deputati Nicodemo Oliverio, capogruppo del PD in Commissione Agricoltura, e Colomba Mongiello, relatrice della Legge Comunitaria in Commissione Agricoltura, commentando l’approvazione dell’emendamento alla Legge Comunitaria che prevede per le bevande Made in Italy “un contenuto di succo di frutta o equivalente quantità di succo concentrato o liofilizzato non inferiore al 20%”.

“Grazie a questo emendamento – continuano Oliverio e Mongiello – valorizziamo le produzioni di qualità delle nostre imprese, sosteniamo i produttori di frutta, rafforziamo i benefici per i consumatori. Inoltre, pur contro il parere del Governo, chiudiamo il caso EU PILOT 4738, premessa all’avvio della procedura di infrazione, promosso dalla Commissione Europea nei confronti dell’Italia a causa delle norme tecniche abolite.

La soglia minima del 20% non sarà obbligatoria per le bevande commercializzate nel mercato europeo ed extraeuropeo, per non discriminare i produttori italiani che vi operano e non violare i principi della libera concorrenza. Il nostro obiettivo – concludono i deputati PD – è stimolare la produzione e la commercializzazione della frutta in Italia, valorizzando le bevande Made in Italy che sono qualitativamente superiori perché avranno più frutta e meno zucchero”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi