Capitanata
Nota della segreteria provinciale FP Cgil di Foggia

Lettera Cgil a Tutolo: basta offese gratuite a dipendenti PA

La stessa situazione la vivono in tutti gli uffici amministrativi del Comune

Di:

Lucera – ”La Camera del Lavoro di Lucera e la Segreteria della Funzione Pubblica CGIL di Capitanata non condividono il pensiero espresso dal Sindaco Di Lucera, Antonio Tutolo, secondo il quale “ci sono dipendenti pubblici che lavorano con passione e devozione…ma sono decisamente in pochi”. Invitiamo, pertanto, il Sindaco di Lucera, in considerazione della sua funzione di Capo dell’Amministrazione Comunale, ad una maggiore cautela nelle sue affermazioni.

Tali affermazioni, infatti, oltre a lacerare ulteriormente un tessuto sociale, quello lucerino, profondamente colpito dalle vicende che hanno riguardato importanti insediamenti produttivi, nonché strutture di decentramento di importanti funzioni pubbliche, acuiscono la sensazione di distacco, se non di vera e propria acrimonia, tra i cittadini e la pubblica amministrazione ed i suoi dipendenti.

Probabilmente, nel breve periodo, tali affermazioni, facendo leva sul sentimento di insoddisfazione, se non di vero e proprio rancore, che una parte dell’opinione pubblica nutre nei confronti della pubblica amministrazione e dei suoi dipendenti, possono anche essere portatrici di consenso; ma si tratta di un consenso labile e volatile, perché il suo effetto perverso, nel lungo periodo, sarebbe quello di indebolire ulteriormente le credibilità delle istituzioni, contribuendo ad una ulteriore divaricazione della distanza tra la stessa pubblica amministrazione ed i cittadini.

Riteniamo, invece, anche in considerazione del fatto che la lesione del rapporto di fiducia tra il cittadino e la pubblica amministrazione è imputabile, in buona parte, alle scelte ed alle decisioni degli organi di direzione politica, che il ruolo del Sindaco, anche, se non soprattutto, in considerazione del suo essere il Capo dell’Amministrazione Comunale, sia quello di contribuire a creare un clima di collaborazione, appunto, tra gli uffici, ed i loro addetti, ed i cittadini/utenti, adottando scelte amministrative capaci di migliorare i servizi dell’ente comunale ed aumentare la fiducia dei cittadini nell’istituzione.

Vogliamo ricordare l’impegno dei dipendenti comunali di Lucera a migliorare i servizi a cui sono destinati, in particolare i servizi cimiteriali, i quali durante la gestione privatizzata sono stati oggetto di attenzione sia dei cittadini che della magistratura, e dopo la internalizzazione, con l’impegno dei dipendenti, è stata ripristinata la economicità e soprattutto la dignità al servizio. Inoltre, che dire del servizio delle guide ai monumenti ed al museo civico, dove le addette, malgrado il CCNL e la legge prevede le festività per le solennità nazionali, gli è stato imposto la presenza sul lavoro durante i giorni di natale, s.stefano, capodanno ecc… per non parlare delle condizioni igienico/sanitarie cui sono costrette a lavorare.

Ancora, i dipendenti dell’ area tecnica, i quali pur avendo le competenze e mettendole a disposizione del servizio e dell’amministrazione, sono inquadrati in categorie inferiori, ma che danno il meglio di loro stessi, con progettazioni presentati ad enti regionali e nazionali con cui si sono ottenuti finanziamenti su progetti importanti. I colleghi impegnati ai servizi demografici, a cui norme di legge hanno delegato ulteriori importanti funzioni, con un numero esiguo di addetti, ma che viene espletato con abnegazione e professionalità. La stessa situazione la vivono in tutti gli uffici amministrativi del comune. Questi, caro Sindaco, sono numeri che coinvolgono la quasi totalità dei dipendenti il cui stipendio corrisposto se lo guadagnano fino all’ultimo centesimo”.

Lo scrive in una nota la Segreteria Provinciale FP CGIL FOGGIA.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi