Manfredonia
Nel corso del Veglioncino

Carnevale Manfredonia, premiato Gigetto Prato

Da anni il Carnevale di Manfredonia è anche teatro, passione, libertà di espressione ed inventiva nel creare testi per il palcoscenico


Di:

Manfredonia. “56° Veglioncino dei Bambini” e “32^ edizione della rassegna teatrale Venti minuti con il tuo Carnevale”, tra gli eventi più importanti inseriti dall’Agenzia del turismo nel programma del 63° Carnevale di Manfredonia, sono uniti da un file rouge che collega più aspetti tra loro: piccoli e talentuosi protagonisti, la tradizione, la creatività degli adulti, l’identità sipontina. Anche la location, il Teatro comunale “Lucio Dalla”, fucina della cultura locale, evoca un significato intrinseco ben preciso sulla valorizzazione del talento e della creatività riferito anche al celebre e compianto cantautore, divenuto un’icona della canzone italiana, che trascorse la sua infanzia a Manfredonia, di cui diventò anche cittadino onorario. Inizia proprio oggi alle ore 16 l’intensa due giorni della 32^ edizione della Rassegna Teatrale “Venti minuti con il tuo Carnevale” (a cui collabora anche l’Associazione Cuore Celeste), durante la quale ci sarà l’esibizione delle scuole di ogni ordine e grado che presenteranno sketch teatrali, farse, poesie, balli e musica in libertà; le rappresentazioni saranno intervallate dagli spettacoli di magia dei “Piccoli per sempre” e dall’esibizione della cantante Sipontina Prencipe. Sono previste anche le performance dell’A.s.D. Etoile Scuola di Danza, con la Direzione Artistica di Carmela D’Apolito e le coreografie di Roberta Posa.

Da anni il Carnevale di Manfredonia è anche teatro, passione, libertà di espressione ed inventiva nel creare testi per il palcoscenico trasformando le Scuole di ogni grado non solo in laboratori sartoriali e coreografici per la realizzazione delle sfilate, ma anche laboratori di recitazione, espressione, cultura e riscoperta del vernacolo. Tutto questo è ciò che ruota attorno alla rassegna dei “Venti minuti con il tuo Carnevale”. Le trame delle rappresentazioni, liberamente ideate dai docenti, saranno interpretate dai ragazzi di tutte le scuole di ogni ordine e grado. L’intento è quello di dare libero sfogo alla fantasia, creatività e allegria comune sia al Teatro che al Carnevale per infondere e divulgare la cultura e le tradizioni locali e non.

A salire sul palco saranno ben 173 alunni in rappresentanza di 9 Istituti scolastici: Scuola Primaria “Orsini” con “Momenti di vita manfredoniana di una volta”, Scuola dell’Infanzia “Sacro Cuore” con “La bella e la bestia”, Istituto “Roncalli” con “Jicarnevele tutte i jurne”, Scuola dell’Infanzia “Garibaldi” con “La bella Venezia e il tesoro dello scazzamurille”, Scuola dell’Infanzia “Parco Pellegrino” con “Romantico Zè Peppe”, Scuola Primaria “Sacro Cuore” con “La commedia di vin”, Scuola dell’Infanzia “Padre Pio” con “Carnevale per magia”, Scuola dell’Infanzia “San Francesco” con “Siamo bambini o burattini?”, Scuola Primaria “San G. Bosco” con “Il fidanzamento di Melania”. A presentare la manifestazione sarà Tiziano Samele (Servizio fotografico a cura di Aurea Fotografica di Antonio Rinaldi).

Anche il”56° Veglioncino dei Bambini” ha portato valore aggiunto a questa edizione del Carnevale di Manfredonia che, per volontà di Saverio Mazzone- Amministratore Unico dell’Agenzia del Turismo – ha voluto orientare la propria identità nella direzione del recupero delle tradizioni e della storia della kermesse. Ad aggiudicarsi la vittoria del “Veglioncino” (in giuria erano presenti le esperte sarte Lucia Morlino e Franca Fatone, coadiuvate dall’. Avv. Vincenzo Feltri), riportato a magica e coinvolgente festa per i più piccoli, sono stati Domenico Pio Granatiero (con la maschera “Cucciolo al matrimonio di Biancaneve”) e Marta Mele (con la maschera vintage “Primavera), in una serata che sarà ricordata per l’omaggio al primo concorrente della storia dei veglioncini sipontini, l’uomo che ha dato tutto il suo possibile al Carnevale di Manfredonia: Gigetto Prato.

Nipote di Tinella Capurso, storica e talentuosa sarta sipontina, Gigetto inaugurò questa storica tradizione del nostro Carnevale, sperimentata già in precedenza al Teatro Giordano di Foggia con ottimi successi. Al Re del Carnevale, al geniale mattatore, l’Amministrazione Comunale e l’Agenzia del Turismo hanno voluto tributare un premio per il suo impegno, per il suo amore e per la sua vita dedicata al Carnevale di Manfredonia proprio in occasione della 56^ edizione del Veglioncino – condotto da Tiziana Gagliardi nei panni di Mary Poppins -.

Per lui un grande momento di pura e sana euforia, in stile Amarcord per ricordare tempi andati indimenticabili e preziosi. Per festeggiare l’amico Gigetto, tanti i protagonisti intervenuti della storia del Carnevale organizzato. Oltre il sindaco Angelo Riccardi e l’amministratore unico dell’Agenzia del Turismo Saverio Mazzone, sul palco del teatro comunale per omaggiare l’eterno bambino amante del Carnevale è intervenuta Vittoria De Salvia, Annarita Prencipe, Michele De Meo, Dina Valente, Raffaele Beverelli, Franco Sammarco, Gino Iacoviello, Giggetto Prato e Nicola Tricarico. Nella breve ed intensa premiazione, accompagnata dalle note della Banda della Città di Manfredonia, Gigetto ha lanciato un messaggio alla sua città per il suo Carnevale: “Una preghiera ed un invito alla città: il Carnevale è nostro, è vostro, è dell’intera comunità. Spero che dalla prossima edizione ritorni la Sfilata delle Meraviglie, il nostro spettacolo più bello, l’unico d’Italia”. Un solco sul quale l’Agenzia del Turismo e l’Amministrazione comunale hanno già cominciato convintamente a seminare ed investire già in questa 63^ edizione della kermesse carnascialesca.

Ufficio Stampa Manfredonia Turismo – Agenzia di Promozione

Carnevale Manfredonia, premiato Gigetto Prato ultima modifica: 2016-02-16T09:03:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi