Politica

Innovapuglia, interrogazione M5S “Quale futuro?”

Di:

Bari. Conoscere il piano di sviluppo dell’agenzia regionale Innovapuglia, il piano assunzionale e chiedere alla Regione l’eventuale istituzione di un tavolo tecnico finalizzato a discutere delle prospettive dell’agenzia impegnata in attività a supporto della programmazione strategica regionale a sostegno della Innovazione Digitale, in modo trasparente e condiviso. E’ quanto chiedono i consiglieri regionali M5S Antonella Laricchia e Marco Galante in una interrogazione indirizzata al Presidente Emiliano, all’Assessore alla Formazione e Lavoro Sebastiano Leo, all’Assessore allo Sviluppo Economico, Loredana Capone.

“La nostra preoccupazione principale è il futuro dei lavoratori con contratto di somministrazione – spiegano i cinquestelle – infatti da notizie apparse su alcuni organi di stampa «in un incontro tra sindacati e azienda a dicembre 2016 è stata esplicitata la volontà di interrompere lo strumento della somministrazione all’interno della società in house della Regione». Auspichiamo che non debbano essere questi lavoratori, che tra l’altro hanno sviluppato un significativo know-how, a pagare le conseguenze di una mancanza di attenzione per l’agenzia da parte della Regione, a quanto apprendiamo da fonti sindacali infatti si registrano difficoltà nell’avvio di Puglia Login, il programma nel quale sono definiti gli impegni di InnovaPuglia fino al 2018 e non è stato addirittura nemmeno ancora definito un chiaro interlocutore da parte della Regione, né nominato “l’Information Manager”, come richiamato nella delibera Regione Puglia n. 1921/2016. Vogliamo dunque vederci chiaro – concludono – ecco perché chiediamo di visionare il piano di sviluppo dell’agenzia, il piano assunzionale e l’eventuale disponibilità della Regione a costituire un tavolo tecnico di confronto sulle prospettive di InnovaPuglia.”



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!