CronacaStato news
"Ancora un pesante 'bollettino di guerra' determinato dal maltempo"

Galasso: “Emergenza maltempo cartina di tornasole della mancanza di programmazione”

Il segretario generale della FenealUil di Capitanata chiede "impegno concreto per il dissesto idrogeologico e il contenimento del rischio idraulico"

Di:

Foggia. “Ancora un pesante “bollettino di guerra” determinato dal maltempo. Mi chiedo con quale coraggio le istituzioni parlino di programmazione e di buon governo quando continuano a bastare due gocce d’acqua per riportare la Capitanata al più oscuro Medioevo”. Non usa mezzi termini Juri Galasso, segretario generale provinciale della FenealUil di Capitanata per descrivere i danni determinati dal maltempo dei giorni scorsi. “Palesi emergenze su buona parte del territorio provinciale, inondazioni – o rischio inondazioni – dei bacini del Candelaro, del Cervaro e del Carapelle; una strada cittadina (via Trinitapoli) chiusa nel capoluogo e una spaccata in larghi tratti tra Bovino e Deliceto (strada provinciale 122). Monti Dauni ancora una volta isolati. Tutto questo in pochi giorni… Dove sono l’impegno e l’azione per la messa in sicurezza del territorio, il contenimento del rischio idraulico e del dissesto idrogeologico? Esistono solo nei convegni? In che modo Regione, Provincia e Comuni stanno pianificando una programmazione che non deve servire come mera gestione dell’emergenza ma soprattutto come pratiche ordinarie di buona amministrazione?”, si chiede Galasso. “Piccoli comuni e borghi isolati, strade che crollano, fiumi che esondano… Fino a quando dovremo continuare ad assistere a scene come queste prima di mettere appunto un percorso per l’istituzione di una nuova governance del territorio? Abbiamo bisogno di un impegno concreto per il dissesto idrogeologico e il contenimento del rischio idraulico. Noi siamo pronti, ci auguriamo che, al più presto, le istituzioni battano un colpo”.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This