ManfredoniaSpettacoli
Una scelta artistica che nel racconto degli Apocrifi appare dettata dall’urgenza

“Lorenzo Milani”, il nuovo spettacolo di Bottega degli Apocrifi

Il teatro incontra Don Lorenzo Milani. Da giovedì 31 marzo a sabato 2 aprile debutta in anteprima al Teatro ‘Dalla’ di Manfredonia il nuovo spettacolo della compagnia Bottega degli Apocrifi

Di:

Foggia. Il teatro incontra Don Lorenzo Milani. Da giovedì 31 marzo a sabato 2 aprile debutta in anteprima al Teatro ‘Dalla’ di Manfredonia il nuovo spettacolo della compagnia Bottega degli Apocrifi. È una sfida importante quella che gli Apocrifi hanno raccolto quando due anni fa è maturata l’idea di lavorare a questo spettacolo: una scrittura originale per raccontare una vita densa nonostante la sua brevità; la ricerca dell’uomo dentro il racconto del prete; e tutte quelle domande, ancora oggi senza risposta. Quando ho deciso di affrontare una storia tutta italiana come quella del prete di Barbiana – dice il regista, Cosimo Severo – ho avvertito il rischio che la retorica della biografia agiografica fosse lì pronta a impossessarsi dello spettacolo. Ho avvertito la necessità di sradicare quella vita dalla narrazione mitica di un uomo che si fa prete. Ho accettato il rischio di ucciderlo nuovamente.

Una scelta artistica che nel racconto degli Apocrifi appare dettata dall’urgenza. Cercando Lorenzo Milani nelle tante parole che lui ha scritto, spiando nei dettagli di chi c’era e ce l’ha raccontato, è stato presto evidente che le domande che questo priore di montagna poneva alla Scuola, alla Società Civile, alla Politica negli anni 60, sono tutte ancora in piedi e in attesa di risposta – afferma Stefania Marrone, l’autrice del testo dello spettacolo. Eppure – nonostante nello spettacolo si ritrovino tutte le coordinate della storia con la S maiuscola – dal Cardinale ai suoi giovani portavoce, dall’Industriale al Generale Franco – ad esse si approda seguendo una vicenda molto più intima. Quando ho cominciato a lavorare con gli attori – racconta ancora Cosimo Severo – avevo da una parte tanto materiale sull’uomo pubblico (su Don Milani sono stati scritti oltre 100 volumi, senza contare gli articoli e gli approfondimenti) e dall’altro un istinto forte che mi spingeva a cercarne la relazione con sua madre, tanto diversa da lui eppure suo irrinunciabile punto di riferimento.

“Lorenzo Milani” è uno spettacolo scritto da Stefania Marrone, per la regia di Cosimo Severo, che vede in scena Nunzia Antonino, Gaetano Caputo, Nicola Di Chio, Paola Di Mitri, Miriam Fieno, Salvatore Marci e Fabio Trimigno, che ne firma le musiche originali. Le scene e i costumi sono di Iole Cilento e Porziana Catalano, il racconto animato e il disegno luci sono di Carlo Quartararo; l’editing musicale è di Edgardo Caputo, lo spazio sonoro di Danilo Mottola e Giuseppe Lamenta, il tecnico di scena è Vincenzo Scarpiello e l’assistente alla regia è Filomena Ferri.

Da giovedì 31 marzo a sabato 2 aprile 2016 il nuovo spettacolo della compagnia/residenza Bottega degli Apocrifi vedrà un’anteprima nazionale al Teatro Comunale “Lucio Dalla” di Manfredonia nell’ambito della stagione di prosa “Germogli” (info e prenotazioni 0884.532829 – 335.244843).

www.bottegadegliapocrifi.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This