Manfredonia
Nota stampa

Manfredonia, raccolta differenziata: primo incontro con la cittadinanza

L'incontro informativo e formativo, promosso dal Lions Clubs International Manfredonia Host - Distretto 108 AB Zona 2 con il patrocinio dell'Amministrazione comunale e di ‪#‎Ase‬, si svolgerà sabato 19 marzo a partire dalle ore 17.30 presso l'Auditorium "Cristianziano Serricchio"

Di:

Manfredonia. All’incontro informativo e formativo, promosso dal “Lions Club Manfredonia Host – Distretto 108 AB Zona 2” con il patrocinio dell’Amministrazione comunale e di “A.S.E. SpA” che si svolgerà sabato 19 marzo a partire dalle ore 17.30 presso l’Auditorium “Cristianziano Serricchio” parteciperanno il sindaco Angelo Riccardi, l’Amministratore Unico di “Ase Spa” Francesco De Feudis, la Presidente del “Lions Club – Manfredonia Host” Marisa Panzera, il Direttore Generale di “Ase Spa” Giuseppe Velluzzi, il Presidente della “1^ Circoscrizione Lions Club – Distretto 108 AB” Leonardo Bonfitto. A coordinare i lavori, che verteranno sul tema della raccolta porta a porta come strumento di miglioramento della qualità della vita e del decoro urbano, sarà Maria Rosaria Giornetti, Cerimoniere del Lions Club Manfredonia Host.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Ufficio Comunicazione – “A.S.E. Spa”



Vota questo articolo:
16

Commenti


  • Cittadino

    Dovete lasciare i bidoni dell’umido dove stanno punto e basta altrimenti in breve tempo sarà grave emergenza sociale e sanitaria.


  • Boy

    Sono d’accordo con Cittadino, un bidone va lasciato altrimenti si formeranno molte discariche in periferia


  • pietrificato

    E questi sarebbero gli strumenti per migliorare la vita??? Ma siamo impazziti o cosa…cercate di rimediare…non siamo paese predisposto ed educato a questo tipo di mentalità…rimanere i bidoni la sera in strada vuol dire che li troveremo tutti buttati e dispersi per strada… ma dico ci raggionate sulle cose…oppure dobbiamo chiamare striscia la notizia..ed andare all area di Giletti??


  • sconcertato

    IO SONO SCONCERTATO! CI SUCCHIANO IL SANGUE A NOI E I NOSTRI FIGLI CON TASSE INSOPPORTABILI E GRAVOSE COME LA TARI E LE ADDIZIONALI COMUNALI E ALTRI BALZELLI, IL TIMORE DI UNA INCREDIBILE E GIGANTESCA CENTRALE DEL GAS CHE NON SI SA COME CAZZO VA A FINIRE E COME SE NON BASTATTE ORA IL GRANDISSIMO INCUBO DELLA SPAZZATURA!! QUI NON SIAMO A STOCCOLMA O A MATTINATA SIAMO A MANFREDONIA DOVE TUTTI A QUALISIASI LIVELLO SONO ABITUATI A FARE I CAZZI LORO!!! MO VENITE CON STA NOVITA’ ALLORA NON AVETE CAPITO NIENTE DI MANFREDONIA!!


  • Anonimo

    Portiamoli nel mercato ittico tanto più di una pattumiera non è.Specialmente adesso.


  • Il porto turistico senza barche e il mercato ittico senza pesci

    Anche su questo articolo ci ficcate il mercato ittico basta!!!Abbiamo capito che è una struttura lasciata in balia delle onde ma se non se ne incarica l amministrazione chi sennò?Non certo Ase ovviamente.È normale che loro non sanno cosa fare non è il loro campo.Adesso si che ci azzeccherebbe chiamare le Jena o l arena di Giletti.Bisogna far svegliare qualcuno altrimenti…..


  • giuseppe

    Bisogna ribbelarsi…scendere in piazza, come si è fatto per l’ enegas…. questi non sanno dove sono di casa…possibile che non ci si riesca a ragionare sulle cose…. è pure è semplice….conosciamo il nostro paese…gli atti vandalici sono all’ ordine del giorno, o della notte…quindi come cavolo si fa a partorire queste idee??
    dico tutto ha un limite…………..subire sembre e comunque passivamente penso che non sia giusto.


  • Zuzzurellone Sipontino

    A proposito del mercato ittico, che non centra niente , domanda: è vero che le amministrazioni comunali non sono più obbligate a dare questo servizio? Se si, perchè rimetterci dei soldi se il comune non ci guadagna? Scusate se mi ripeto, domanda: è’ vero che vi è una norma per la quale per le ristrutturazioni e le nuove costruzioni , di manufatti edili, vi deve essere allegato al fascicolo, la fattura di smaltimento del materiale da risulta, della costruzione o ristrutturazione, altrimenti non si ottiene, o si perde, l’agibilità dell’immobile? Se si, si possono fare dei controlli? Le nostre periferie sono disseminate di tali scarichi abusivi.


  • Xavier

    Mi sto facendo un sacco di risate. In questo paese ci si sa solo lamentare. Abbiamo comuni limitrofi che sono anni che la fanno e no si lamentano. Uscite da questa mentalità gretta e cominciate a civilizzare ed educare i vostri figli…..


  • Si potrebbe vivere meglio senza i politici.

    Questo ulteriore e strana iniziativa è madre di tutte le prove che i nostri politici vivono in una realtà tutta loro, tanto da non conoscere l’indole e i costumi della popolazione che governano.


  • Pescatore xxl

    Infatti è ormai da tempo che l amministrazione non da piu questo servizio i servizi sono affidati a coop quelli si che ci rimettono. Poveri cristiani.Però ti dico che io personalmente se non vedo l asta elettronica difficilmente conferiro’


  • Pescatore

    O chiedetelo o fatelo funzionare.Come? CONTROLLI…….


  • Pescatore

    Volevo scrivere chiedetelo.


  • Pescatore

    Volevo scrivere chiudetelo


  • Santiago Nadar

    Portiamo grandi contenitori e bidoni all interno dell’ area del mercato ittico così perlomeno anche se gli uffici ubicati la’ non pagano la tares è giusto che si sorbiscono le puzie. Si sono d accordo tutta la minnezza nel mercato ittico.Tanto che cosa ci sta a fare visto che non serve.


  • Anonima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!