Foggia
"Manca una programmazione, una mappa degli interventi e dei lavori fatti a regola d’arte"

Attivisti foggiani: “Bove, le toppe alle strade sono peggio…”

"Molte strade sono rifatte totalmente prima del 2000"

Di:

Foggia. Uno dei problemi endemici con cui hanno a che fare quotidianamente i cittadini di Foggia è la situazione disastrosa del manto stradale. In molti quartieri le strade hanno assunto le sembianze di tratturi, strade interpoderali, con interventi, quando li fanno, “alla carlona” che alle prime piogge si afflosciano come i peggiori sufflè. Strade rese irriconoscibili, frutto di una cattiva se non assente manutenzione. Come gruppo di AttiVisti foggiani abbiamo voluto censire la condizione delle strade di Foggia con una raccolta dati che ha coinvolto molti cittadini foggiani in cui, attraverso un modulo di istanza in cui sono state segnalate le strade che presentano particolari condizioni di dissesto stradale che causano non pochi pericoli per i cittadini e per gli autoveicoli che percorrono queste strade.

Una volta raccolte le istanze dei cittadini, i cittadini del meetup “AttiVisti foggiani” hanno verificato e fotografato tutte le situazioni di dissesto inserendolo su una mappa della piattaforma di Google: Google Maps.

In questo modo abbiamo potuto constatare che non è più possibile lasciare in balia della gestione alla giornata della manutenzione e riparazione delle strade che non vede una strategia seria da molti anni.

Molte strade sono rifatte totalmente prima del 2000, all’ultimo passaggio del giro d’Italia e da allora ci sono stati solo sporadici episodi.

Negli ultimi anni, poi, abbiamo assistito a riparazioni delle strade che hanno solo ridotto in minima parte il rischio quanto, l’obiettivo degli operatori del settore, è quello di avvicinare il più possibile la riduzione del rischio vicino allo zero.

Il nostro operato però non si è fermato soltanto alla segnalazione e alla raccolta dati per avere consapevolezza nei fatti, della situazione delle strade di foggia, ma abbiamo cercato di capire come sarebbe stato possibile risolvere questo problema.

La soluzione di questo problema parte dai fondi disponibile per questo settore e visto che non esistono fondi dedicati a questo argomento specifico, abbiamo visto che la mancanza non è soltanto nel settore dei lavori pubblici, ma in altri settori come quello di vigilanza e controllo delle strade per far rispettare il codice sulla sicurezza stradale.

Come abbiamo visto nei giorni scorsi, il comune di Foggia ha messo in atto un controllo che ha portato a sanzionare molti cittadini che non rispettare il codice della strada che ha l’obiettivo di salvaguardare l’incolumità dei cittadini. Questo sarebbe solo un esempio per trovare parte dei fondi per fare una programmazione che porti ad un meccanismo di riparazione e manutenzione delle strade non temporaneo ma sistematico.

Dobbiamo sempre considerare che la macchina comunale è costituita da più settori e se anche un solo settore non funziona in maniera ottimale, si rischia di avere un effetto a catena che inceppa la macchina e crea disservizi.

Anche la comunicazione del sindaco Franco Landella non ha portato di certo giovamento tra i cittadini che hanno contestato l’operato svolto negli ultimi giorni su un sociale media di portata mondiale come Facebook.

Chiediamo a questa amministrazione di ascoltare i cittadini che hanno soluzioni pratiche per risolvere, un passo alla volta , molti problemi che vive da anni questa città”.

(Attivisti Foggiani, 16.03.2017)

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This