FoggiaManfredonia
Presentato un esposto cautelativo

Miglio: “Il quadro della Provincia è di gravissima difficoltà”

Risorse finanziarie non sufficienti a garantire l’esercizio delle funzioni attribuite dalla Legge n.56/2014

Di:

Foggia, 16 maggio 2017. “Il fabbisogno finanziario delle province, necessario a garantire il regolare svolgimento delle mansioni assegnate, è aumentato vertiginosamente negli ultimi anni passando da 4 milioni di euro nel 2014 a 22 milioni e 240mila euro nel 2017”. E ‘quanto detto dalla dirigente della Provincia di Foggia, Rosa Lombardi, nel corso di una conferenza stampa svoltasi stamani nella Sala della Ruota di Palazzo Dogana.

Nel corso della conferenza, il Presidente Miglio ha illustrato i temi relativi alla Giornata di mobilitazione delle Province a difesa dei servizi e della sicurezza dei cittadini, che si terrà giovedì 18 maggio alle ore 10,30 presso il Teatro Quirino a Roma.

Miglio ha inoltre evidenziato le ragioni che hanno portato la Provincia a presentare un esposto cautelativo alla Procura della Repubblica di Foggia, alla Prefettura, alla Sezione regionale della Corte dei Conti e, per conoscenza, all’Unione Province d’Italia, sull’impossibilità dell’esercizio delle funzioni attribuite dalla Legge n.56/2014 a causa dell’insufficienza di risorse finanziarie.

Nell’esposto cautelativo si sottolinea che “la Provincia di Foggia, come tutte le province italiane, vive ormai da tempo una situazione di precarietà finanziaria gravissima ed insostenibile che si ripercuote pesantamente sui diritti dei cittadini“. “Abbiamo un’interlocuzione sia con il Governo che con il nostro presidente Variati; in questa sede era stata presentata una bozza di proposte che chiedeva in primis l’erogazione immediata di risorse finanziarie. Un’altra richiesta riguardava il problema del personale, assolutamente insufficiente: si era chiesto quindi di porre mano a legge finanziaria, dal momento che quella del 2014 ha scaturito una serie di blocchi per quanto riguarda le politiche del personale. In sostanza, si tratta di una serie di misure che hanno come fine quello di stabilire un quadro chiaro di normalità che consentisse alle province di poter svolgere almeno le funzioni fondamentali della legge Delrio. Il quadro delle province italiane è catastrofico; quello della provincia di Foggia è di gravissima difficoltà. Il 26 aprile scorso il governo ha adottato il decreto enti locali: quello che emerge da queste decreto, in particolare nelle disposizioni che riguardano le province, ci saranno alcune rivisitazioni delle normative”. – ha dichiarato il presidente della Provincia di Foggia, Francesco Miglio.

La situazione infatti non riguarda solamente la provincia di Foggia: le risorse finanziarie, messe a disposizione dal governo, sono totalmente insufficienti a garantire l’esercizio delle funzioni attribuite alle province e tra queste vi è anche quella foggiana.

“Nell’esposto cautelativo che abbiamo presentato proprio nelle ultime ore descriviamo quella che è la situazione della nostra provincia, soprattutto quella economica, denunciando anche le eventuali condotte illecite poste nei confronti delle province. Questo esposto è propedeutico ad una iniziativa, che ci sarà il 18 maggio alle 10,30 presso il Teatro Quirino a Roma, ove tutte le i presidenti delle province chiedono al governo, in sede di conversione in legge del decreto enti-locali, di recepire quelle che sono state le richieste formulate a suo tempo da parte dell’UPI per via dell’impossibilità di svolgere le funzioni delle province italiane, alcune delle quali vigono in una situazione davvero drastica. Non è giusto inoltre che amministratori locali vengano esposti ad azioni legali da parte dei cittadini: faccio un esempio eclatante, quello del sinistro stradale con caso mortale, la responsabilità penale ricade anche sul proprietario della strada, vale a dire la provincia: con questo voglio dire che le province vengono esposte, inconsapevolmente, a rispondere ad eventuali azioni di questo tipo e questa situazione non è più tollerabile”, conclude Miglio.

Redazione Stato Quotidiano.it – Riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This