Manfredonia

Marchio prodotti di Qualità Puglia anche per la filiera ittica

Di:

Bari – Sono allo studio i disciplinari di produzione del settore ittico da utilizzare per l’uso del marchio “Prodotti di qualità Puglia”. I disciplinari potrebbero essere 4 per soddisfare tutte le categorie della filiera ittica: “Prodotti della pesca Lagunari”, “Prodotti della pesca freschi”, “Prodotti Molluschi” e “Prodotti ittici di allevamento in mare”.

E’ quanto è emerso nell’incontro presieduto dall’Assessore regionale alle Risorse Agroalimentari Fabrizio Nardoni con i funzionari regionali, i tecnici dell’IAMB (Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari), i rappresentanti delle Associazioni di Professionali del settore Pesca ed esperti del Settore Ittico. In particolare, nel corso della riunione sono stati esaminati gli aspetti necessari per ottenere prodotti a “Marchio di Qualità” con caratteristiche qualitative superiori.

“Stiamo provando a ridare slancio ed entusiasmo ad una delle risorse più significative della Puglia – ha commentato Nardoni – perché il mare, oltre ad esercitare un grande fascino sul piano paesaggistico ed ambientale, costituisce un interesse economico di indubbio rilievo che intendiamo continuare a promuovere e a valorizzare. Il Marchio di Qualità rappresenta un’ulteriore opportunità per far crescere e far conoscere le produzioni di pregio regionali, comprese quelle del comparto ittico. La concessione del marchio, poiché favorisce anche le procedure della tracciabilità, diventa garanzia per il consumatore e può contribuire ad elevare i livelli di remunerazione degli operatori del settore”.

Fonte image: Enzo Renato (tutti i diritti riservati)

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • pescatore

    Vi prego fate qualche cosa per il mercato ittico perchè con queste bilance stiamo buttando il nostro sangue a pesci fetenti,se proprio dobbiamo pesarlo meccanizzate sto cavolo di mercato rendetelo come gli altri mercati italiani e non uniformiamoci sempre al terzo mondo,amministrazione impegno verso la categoria anche se non abbiamo nessun rappresentante che fa gli interessi della categoria,comunque speriamo in qualche buon elemento giovane e soprattutto preparato e acculturato e non IGNORANTE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi