Manfredonia
"Per un maggior controllo del territorio abbiamo pensato di intervenire in collaborazione con altri enti"

Depuratori, CP Manfredonia: verifiche e monitoraggi in corso

Falesie: "E’ ancora in atto un tavolo di lavoro, ci saranno sopralluoghi e verifiche nei punti interessati da parte delle autorità competenti"

Di:

Manfredonia – “L’ANNO scorso abbiamo elevato 19 verbali amministrativi e 5 notizie di reato, c’è stato il sequestro di un depuratore. L’attività è andata avanti. Cercheremo di incrementare i controlli sugli impianti per evidenziare eventuali criticità”. Così stamani a Statoquotidiano il Comandante della Capitaneria – Guardia Costiera di Manfredonia, CF Marcello Notaro, in attesa della conferenza di presentazione dell’operazione ‘Mare Sicuro 2015’.

Come risaputo, a fine agosto 2014 furono resi noti i risultati di un’attività di controllo dei depuratori dei Comuni di tutta la provincia di Foggia da parte dei militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia e della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Manfredonia, con l’ausilio dei tecnici ARPA del Dipartimento di Foggia.

Durante le operazioni di censimento e controllo degli scarichi autorizzati e non, furono eseguiti 8 controlli presso diversi impianti depurativi pubblici situati nella Provincia, nei quali spesso si è potuto riscontrare delle “anomalie delle determinazioni analitiche quali valori alterati relativi alla richiesta di ossigeno nelle acque di depurazione oltre alla presenza di metalli, tracce di inquinamento dovuto a sostanze di origine fecali“.

Di conseguenza, al tempo sono state elevate 9 sanzioni amministrative per violazioni al T.U. Ambiente di cui al Decreto Legislativo nr. 152/2006. “L’attività è partita da uno strumento di indagine fornito dal Comando Generale delle Capitanerie di Porto: il telerilevamento, da cui scaturiscono anomalie termiche, fonte di indizi circa presunti inquinamenti”.

Da ultimo, nella prima settimana di agosto del 2014, “con intento di consolidare le indagini in corso sulla qualità delle acque che si riversano nei principali Torrenti e corsi d’acqua collegati a loro volta al mare”, il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto aveva inviato sul posto un nucleo di specialisti con l’impiego di un Laboratorio ambientale Mobile, che hanno effettuato diversi campionamenti di acqua di mare, dolce e reflua per l’esecuzione di analisi chimico-fisiche e microbiologiche. Particolari criticità erano state evidenziate a carico di alcuni depuratori privati esistenti lungo la riviera sud antistanti la foce del Torrente Candelaro.

“Quella attuale – ha detto stamani a Statoquotidiano il Comandante Marcello Notaro – è una fase di preparazione per poi mettere in campo tutte le azioni necessarie per lo sviluppo delle nostre operazioni. Abbiamo fatto tesoro delle criticità osservate l’anno passato. Per un maggior controllo del territorio abbiamo pensato di intervenire in collaborazione con altri enti: penso alla Guardia costiera ausiliaria, ai Vigili del fuoco, per le verifiche in alcune località isolate, cd arenili”.

Falesie. “L’anno scorso c’è stata una fase di proposizione della problematica. Anche quest’anno è stata trattata a livello di unità di governo, di Prefettura. E’ ancora in atto un tavolo di lavoro, ci saranno sopralluoghi e verifiche nei punti interessati da parte delle autorità competenti. Le autorità tecniche preposte alla sicurezza della cittadinanza si esprimeranno in seguiti sui limiti da adottare. Ci sono delle aree che sono oggetto di ordinanza, si stanno rivisitando alcune zone dove ci sono stati degli interventi di mitigazione del rischio”.

“Ricordo a tutti che sarà attivo h24 il numero gratuito 1530: i diportisti potranno chiamare per qualsiasi emergenza”.

VIDEO CONFERENZA STAMPA – 16.06.2015

Redazione Stato,ddf@riproduzioneriservata

Depuratori, CP Manfredonia: verifiche e monitoraggi in corso ultima modifica: 2015-06-16T16:42:50+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Dino

    Grazie di aver parlato di depuratori nella provincia di foggia, ma però perchè non controllare anche il depuratore di Manfredonia? l’anno scorso sono stati fatti 9 verbali e il sequestro preventivo di uno, ma ripeto e quello di Manfredonia?,Almeno diteci che è a norma.


  • svolta

    Un mio amico di Monte S.A. mi ha riferito che un pomeriggio è andato con la propria famiglia in quel di Mattinata e mi ha riferito della presenza di schiuma color marrone…. tant’è che hanno rinunciato al tanto sospirato bagno.
    Lo stesso ha avuto il sospetto, se non proprio la certezza, che trattavasi di acqua nere…. di fogna…. quindi, a suo dire, sfociano delle pure e semplici cloache.
    La benemerita Capitaneria di Porto competente è pregata vivamente di verificare acchè almenio questo sito sia salvaguardato.
    Grazie per quanto andrete a fare.


  • mah

    Evidentemente bisogna fare di più dato il mare MARRONE a zapponeta di questi giorni! ci vogliono denunce da perte di tutti i cittadini! ci muoveremo anche noi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi