Foggia
Agli arresti domiciliari per l'inchiesta sul crac da 500 milioni di euro della Casa di cura Divina Provvidenza

Scandalo Don Uva, suore in silenzio dinanzi al GIP

I legali delle donne avrebbero presentato una folta documentazione utile ad attestare l'estraneità dalla vicenda delle due religiose

Di:

Trani – SVOLTISI in giornata gli interrogatori di garanzia – dinanzi al GIP di Trani – di suor Marcella Cesa e suor Consolata Puzzello, agli arresti domiciliari per l’inchiesta sul crac da 500 milioni di euro della Casa di cura Divina Provvidenza. Lo riporta l’Ansa.

Le due donne si sono avvalse della facoltà di non rispondere. A causa delle precarie condizioni di salute delle suore l’interrogatorio delle due suore si è svolto a Bisceglie (Bat), nella sede della Congregazione. I legali delle donne avrebbero presentato una folta documentazione utile ad attestare l’estraneità dalla vicenda delle due religiose.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi