Stato newsStato prima
In 5 mila presenti alle esequie

Scontro treni, funerali con Mattarella. Duro Vescovo

Intanto si indaga sull'erogazione e la gestione dei fondi

Di:

(Ansa) “Temiamo che per troppi anni e per tante persone queste terre siano state considerate le periferie dell’Italia, quelle periferie alle quali il nostro Papa Francesco ha fatto tante volte riferimento”, queste le parole del vescovo di Andria, mons.Luigi Mansi, nel corso dell’omelia pronunciata questa mattina, presso il palasport di Andria, in occasione dei funerali delle vittime dello scontro tra treni avvenuto il 12 luglio scorso.
Ha aggiunto:”Speriamo che si sospenda questo fare. Le nostre coscienze sono state addormentate da prassi che ci sembrano normali ma non lo sono: quella prassi dell’economia in cui non si pensa alla vita delle persone ma alla convenienza e all’interesse”.
Circa 5000 i presenti, sotto una pioggia battente, per dare l’estremo saluto alle vittime. In prima fila il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la presidente della Camera Laura Boldrini, il ministro delle infrastrutture Graziano Delrio e il governatore della Puglia Michele Emiliano. Presenti anche il capo della Polizia Franco Gabrielli e il Comandante Generale della Guardia di Finanza Giorgio Toschi.
Intanto si indaga sull’erogazione e la gestione dei fondi europei e regionali relativi, tra l’altro, al mancato raddoppio della tratta sulla quale si è verificato il disastro ferroviario. (Ansa)



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • San Gennaro nuovo patrono di Manfredonia.

    Ha fatto bene chi ha declinato al “funerale di Stato”! Quanta ipocrisia su questa immane tragedia su questo olocausto di poveri cittadini!


  • I cittadini di Manfredonia trattati come gli indigeni della foce del Niger.

    Carne da macello! Ecco che cosa siamo!


  • Antoninovergura

    La Puglia, cosi’ come tutto il Sud Italia, ha bisogno dell’ONESTA’ e IMPEGNO di tutti i politici, anche del piu’ piccolo e non tanto noto come PRESIDENTE o ONOREVOLE , che intervengono in momenti di SCIAGURE o spargimenti di sangue.
    Dovrebbero rispettare almeno questi momenti di PROFONDO DOLORE per chi ha perso un familiare in una tragedia IMPENSABILE, e farsi la MEA CULPA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati