Foggia
Termina con qualche rimpianto ma grande orgoglio l’avventura deI satanelli in Coppa Italia

Foggia, fuori con onore. Hellas prevale

Rinfrancati dal pari, i padroni di casa hanno gestito la seconda metà della prima frazione senza creare pericoli al Foggia

Di:

Foggia – Il Foggia abbandona a testa altissima la Coppa Italia. Al “Bentegodi”, nella sfida che li vedeva opposti all’Hellas Verona, i ragazzi di De Zerbi vengono sconfitti per 3-1, uscendo dal torneo al terzo turno. Il coach bresciano, dovendo fare a meno di diverse pedine importanti come Gigliotti, Agostinone, Agnelli e Floriano (gli ultimi due portati comunque in panchina), lancia il solito 4-3-3, stavolta con Riverola come “falso nueve”; dall’altro lato, Mandorlini schiera dal 1’ la coppia d’attacco Toni-Pazzini, supportati da Siligardi in posizione di trequartista. Nei primi minuti il match è equilibrato, entrambe le compagini cercano di pungere, ma l’unico pericolo lo crea Pazzini, che al 7’ mette a lato da buona posizione. Al 18’ Foggia in vantaggio grazie ad uno schema da punizione eseguito perfettamente: battuta rasoterra dalla sinistra di Riverola per Sainz-Maza in area, il centrocampista protegge e serve per l’accorrente Sarno, che mette in mezzo un pallone con la scritta “spingimi” per Loiacono, che insacca lo 0-1 per la gioia di De Zerbi. La reazione dell’Hellas è immediata, e permette ai gialloblu di pareggiare già al 22’, con Pazzini che serve Hallfredsson, il quale fa partire un missile mancino dal limite, battendo Narciso. Rinfrancati dal pari, i padroni di casa gestiscono la seconda metà di frazione, senza però creare pericoli al Foggia: si va al riposo sull’1-1.

Nella ripresa l’Hellas prende il comando delle operazioni, andando vicino al vantaggio dopo pochi secondi, con Hallfredsson che serve ottimamente Toni, che però non riesce a colpire al meglio la sfera. I gialloblu mettono il naso avanti al 61’: pallone rubato sulla trequarti, Siligardi crossa dalla destra, proprio Toni non si fa trovare impreparato e di testa manda alle spalle di Narciso, siglando il 2-1. Il Foggia continua a giocare, De Zerbi trova anche modo di sperimentare, mandando in campo i nuovi Di Chiara e Lodesani, ma è ancora il Verona a creare occasioni, come al 68’, allorquando Siligardi regala un traversone al bacio per Pazzini, che tenta l’incornata, neutralizzata splendidamente da Narciso; sul prosieguo dell’azione, ci prova Toni due volte, ma l’estremo difensore rossonero è attento. Il match si chiude al minuto 78, con la terza rete dei padroni di casa: angolo di Romulo dalla destra, Jankovic brucia la difesa dei Satanelli, indirizzando di testa sul primo palo. I dauni non mostrano alcun segno di resa, proseguendo nel loro tentativo di giocare il pallone, che purtroppo non riesce ad incidere nel finale di gara; al 94’ il signor Pasqua decreta il triplice fischio, fissando il risultato sul 3-1.

Termina, dunque, con qualche rimpianto ma grande orgoglio l’avventura del Foggia in Coppa Italia, mentre l’Hellas avanza al prossimo turno, dove affronterà il Pavia, sempre al “Bentegodi”, il 2 dicembre.

TABELLINO
HELLAS VERONA: (4-3-1-2) Rafael; Pisano, Marquez, Moras, Souprayen; Sala, Greco, Hallfredsson (dal 57’ Romulo); Siligardi (dal 78’ Gomez); Toni, Pazzini (dal 78’ Jankovic). A disp.: Vencato, Gollini, Albertazzi, Laner, Bianchetti, Winck, Checchin. All.: Mandorlini.
FOGGIA: (4-3-3) Narciso; Angelo, Coletti, Loiacono, Bencivenga (dal 64’ Lodesani); Quinto, Sicurella (dal 49’ Di Chiara), Gerbo (dall’85’ De Giosa); Sarno, Sainz-Maza, Riverola. A disp.: Micale, D’Angelo, Bruno, D’Allocco, Floriano, Agnelli. All.: De Zerbi.
Arbitro: sig. Pasqua di Tivoli.
MARCATORI: 18’ Loiacono (F), 22’ Hallfredsson (H), 61’ Toni (H), 78’ Jankovic (H).
AMMONITI: Souprayen, Pazzini, Sala, Moras (H); Angelo (F). – RECUPERI: 0’ p.t.; 4’ s.t..

Foggia, fuori con onore. Hellas prevale ultima modifica: 2015-08-16T11:29:59+00:00 da Salvatore Fratello



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi