Cultura
In Italia è stato pubblicato nel 2014 dalla Casa Editrice Nord, con la traduzione di Alessandro Storti.

Vita dopo vita – K.Atkinson, 2014

"L'errore che non bisogna commettere leggendo questo libro è prenderlo alla lettera: non è assolutamente un elogio della reincarnazione che strizza l'occhio a filosofie o movimenti spirituali più o meno in voga"

Di:

Bologna/Manfredonia – “Vita dopo vita” è un romanzo che ha vinto numerosi premi letterari, è stato per mesi ai primi posti delle classifiche di vendita inglesi e americane, ed è stato eletto miglior romanzo dell’anno da testate giornalistiche internazionali molto prestigiose. In Italia è stato pubblicato nel 2014 dalla Casa Editrice Nord, con la traduzione di Alessandro Storti.

VITA DOPO VITA. In una gelida notte di febbraio del 1910, a Londra nasce una bambina. Il cordone ombelicale è stretto intorno al suo collo, e nessuno riesce a salvarla. In una gelida notte di febbraio del 1910, a Londra nasce una bambina. Il cordone ombelicale è stretto intorno al suo collo, ma il medico di famiglia, giunto proprio all’ultimo istante, lo taglia e permette alla piccola di respirare. Inizia così la vita straordinaria di Ursula Todd, una vita che, nel corso degli anni, verrà spezzata più e più volte, mentre l’umanità si avvia inesorabilmente verso la tragedia della guerra. Vita dopo vita, Ursula troverà la forza di cambiare il proprio destino, quello delle persone che incrocerà e quello del mondo intero?

ANALISI. L’errore che non bisogna commettere leggendo questo libro è prenderlo alla lettera: non è assolutamente un elogio della reincarnazione che strizza l’occhio a filosofie o movimenti spirituali più o meno in voga. Tutt’altro. Vita dopo vita è un originalissimo romanzo sulla memoria e sulla storia, sia individuali che collettive, sull’importanza di un passato compreso e condiviso. La protagonista Ursula Todd è metafora dell’umanità che progredisce e sopravvive soltanto quando riesce ad apprendere qualcosa dalla propria memoria storica: in realtà non abbiamo la possibilità di tornare ogni volta indietro e correggere le nostre vite evitando gli errori più grandi, ma da quegli errori possiamo imparare, crescere e avanzare nel tempo con nuova forza e consapevolezza, al punto da poter modificare anche il corso degli eventi come la presenza del personaggio “Hitler” suggerisce. Un discorso non semplice, non immediato, che può essere frainteso dal lettore più distratto. Kate Atkinson avrebbe forse potuto rendere più accessibile, meno nascosto e indiretto il vero significato del testo, col rischio però di banalizzarlo e di togliergli quell’alone di mistero che spinge il lettore a giungere, non senza qualche difficoltà, all’ultima pagina.

L’AUTRICE. Kate Atkinson è una delle più importanti scrittrici del panorama narrativo inglese e, nel 2011, è diventata Membro dell’Ordine dell’Impero Britannico per meriti letterari. Vive a Edimburgo.

Il giudizio di Carmine
Kate Atkinson
VITA DOPO VITA
2014, Editrice Nord
Valutazione: 4/5

(A cura di Carmine Totaro – Redazione Statoquotidiano@riproduzioneriservata)

Vita dopo vita – K.Atkinson, 2014 ultima modifica: 2015-08-16T20:28:28+00:00 da Carmine Totaro



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi