SportStato prima
E' la 23ª medaglia per l'Italia

Impresa Viviani: cade e poi è oro nell’omnium

Gli ultimi podi olimpici su pista risalivano a Sydney 2000

Di:

Roma. Impresa Elia Viviani cade e poi è oro nell’omnium a Rio 2016. Il ciclista azzurro ha chiuso con 207 punti, al termine delle sei prove, davanti al britannico Cavendish (194) e al danese Hansen (192), campione olimpico a Londra 2012.

La cronaca della gara

L’azzurro, che al termine delle prime tre prove disputate ieri occupava la seconda posizione con 104 punti (scratch 28; inseguimento 36; eliminazione 40), questa mattina era passato al comando della classifica generale con 140 punti, grazie al 3° posto nel km a cronometro (1:02:338).

Gli ultimi podi olimpici su pista risalivano a Sydney 2000, grazie ad Antonella Bellutti (oro nella corsa a punti), Marco Villa e Silvio Martinelli (bronzo nell’americana), con quest’ultimo che firmò anche l’ultimo trionfo al maschile ad Atlanta 1996. Si tratta della 23esima medaglia (8 ori, 9 argenti, 6 bronzi) per l’Italia nella XXXI edizione dei Giochi Olimpici Estivi, la seconda per il ciclismo, dopo il bronzo nella prova su strada conquistato da Elisa Longo Borghini.

A sei giorni dal termine dei Giochi, l’Italia Team ha già eguagliato il numero di ori e di argenti vinti a Pechino 2008 (8 ori, 9 argenti e 10 bronzi) e Londra 2012 (8 ori, 9 argenti e 11 bronzi). (fonte coni)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati