Cronaca

Buccoliero: “il Salento non dimentichi il sacrificio del caporal maggiore Ricchiuto”

Di:

Il caporal maggiore D.Ricchiuto (St)

Il caporal maggiore D.Ricchiuto (St)

Lecce – “AD un anno di distanza dall’attentato a Kabul costato la vita al caporal maggiore, Davide Ricchiuto, originario di Tiggiano, il Salento ha il dovere di ricordare un giovane valoroso, che con passione e profondo senso del dovere ha sacrificato la propria vita per un lungo e doloroso processo di pace, in una delle terre più martoriate e offese”.
È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero, alla vigilia del primo anniversario dell’attentato messo a segno a Kabul e costato la vita a sei militari italiani, tra cui il salentino, Davide Ricchiuto.
“Quello del 17 settembre 2009 – prosegue Buccoliero – è il secondo più grave attentato subìto dai nostri militari dopo la strage di Nassirya. Il Salento, in questo senso, ha pagato un prezzo altissimo, sacrificando al processo di pace tanti giovani vite, tra cui quella di Davide, che aveva una profonda passione per la divisa che indossava, il cui significato andava oltre la sicurezza di uno stipendio a fine mese. Ci sono persone che portano la divisa nel cuore, prima ancora che sulla pelle: Davide era tra queste. Per questa ragione, ricordare simili tragedie è un preciso dovere di un territorio, che è chiamato a commemorare i suoi figli migliori, affinchè non solo il loro sacrificio non resti vano, ma rappresenti un’occasione di crescita e di confronto per tutti, in particolar modo per i giovani.

La consapevolezza che i nostri soldati hanno saputo distinguersi in umanità e sensibilità – conclude Buccoliero – deve dare la forza di guardare al futuro con la convinzione che una vita spesa a servizio degli altri, in un cammino di crescita comune, non potrà mai morire o essere dimenticata”.

Palese (Pdl) ricorda il caporal maggiore Ricchiuto morto da eroe in Afghanistan – Il Capogruppo Pdl della Regione Puglia, Rocco Palese ha detto in una nota: “Il 17 settembre dell’anno scorso perdeva la vita da eroe il caporal maggiore Davide Ricchiuto, 26enne originario di Tiggiano, in provincia di Lecce. Era il più giovane di sei miliari italiani barbaramente uccisi in un attentato a Kabul mentre erano impegnati nella missione di Pace che il nostro Paese orgogliosamente conduce in Afghanistan pagando un tributo di sangue altissimo che riguarda in particolare la Puglia e il Salento. Da salentino, da pugliese, da cittadino italiano sento il dovere morale, a titolo personale e a nome dell’intero gruppo del Popolo della Libertà alla Regione Puglia, di onorare la memoria di Davide Ricchiuto rinnovando alla sua famiglia e ai suoi amici, ma anche a tutta la comunità di Tiggiano i sentimenti più vivi di affetto, di vicinanza e di ringraziamento per quello che Davide Ricchiuto e tutti i nostri ragazzi, da eroi della Patria, coraggiosamente fanno ogni giorno per riportare la Pace in Afghanistan”.

Redazione Stato

Buccoliero: “il Salento non dimentichi il sacrificio del caporal maggiore Ricchiuto” ultima modifica: 2010-09-16T17:57:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi