Cronaca

Lo Muzio (Cisl): “A San Giovanni tassisti con autovetture di uso proprio”

Di:

Fit Cisl: "stop taxi abusivi"Foggia – LA Fit Cisl torna a denunciare illegalità nella gestione del servizio taxi tra San Giovanni Rotondo e Foggia. A tal proposito, il segretario territoriale, Giuseppe Lo Muzio, ha inviato una segnalazione al Prefetto, al Questore ed al Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia, ed una lettera per conoscenza al Comune di San Giovanni Rotondo, segnalando quanto “sta succedendo tra i tassisti della città di San Pio ed una serie di strutture alberghiere, ristoratori e turistico – ricettive, che utilizzano autovetture immatricolate per ‘uso proprio’ per effettuare un servizio di trasporto clienti”. Un comportamento diffuso e fuori dalle regole, che causa grave pregiudizio economico ai tassisti che rispettano le regole. Nel merito, si è già espresso il Ministero dei Trasporti specificando che se “un veicolo è utilizzato nell’interesse di persona diversa da quella indicata nella carta di circolazione, ciò avviene dietro corrispettivo”.

Lo Muzio Pino (Fit)

Il sindacato dei trasporti della Cisl evidenzia che “la presenza dei tassisti di San Giovanni Rotondo presso la stazione ferroviaria di Foggia genera tensione tra i tassisti di Foggia, che in più di una occasione è sfociata in violente discussioni, seguite da denunce-querele per le aggressioni subite. Oltre ai tassisti di San Giovanni Rotondo, vi sono – riferisce l’organizzazione sindacale – anche degli abusivi che esercitano la professione di tassista senza avere nessun requisito previsto”. Al fine di risolvere il problema, la Fit Cisl ha avuto un incontro, nel mese di aprile, con il Vicesindaco di Foggia ed i comandanti dei Vigili Urbani di Foggia e San Giovanni Rotondo. “A seguito di quell’incontro, la situazione non si è risolta – rileva la segreteria Fit – in quanto, da parte del Comune di Foggia in particolare, gli impegni assunti per contrastare il fenomeno sono stati disattesi”. Pertanto, la Fit Cisl chiede alle Istituzioni di intervenire al fine di porre fine alla situazione denunciata “e soprattutto al fine di evitare atti di intemperanza.”


Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Ago

    pultroppo il problema servizi di cortesia (veicoli) trasferimenti passegeri è un prolema causato dalla lobby dei taxi che facendo guerra ai noleggi con conducente (ncc), andarono anche contro questo fenomeno dei hotel, mentre per l’hotel si stabili che poteva ofrire il servizio graduito compreso nella camera per i secondi cioè (ncc) sempre piu ristrinzioni. Il codice della strada definiscie conto proprio quando i stesse strutture utilizzano i veicoli per propri dipendenti(busta paga) e non per i propri clienti, pertanto autorizzare i hotel a offrire un servizio di cortesia (veicoli) gratuito….? compreso nella camera è una forzarura aplicata dal ministero dei trasporti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi