Manfredonia

Comando Capitaneria, arriva Staiano. Per ex Zanghì Encomio solenne

Di:

La cerimonia nel Castello Svevo-Angioino (ST)

Manfredonia – COME anticipato ( Focus), passaggio di consegne stamane per il comando della Capitaneria di Porto di Manfredonia: nella prestigiosissima cornice del Castello Svevo-Angioino, si è svolta la cerimonia per il cambio del comando del porto e del Compartimento Marittimo di Manfredonia fra il Capitano di Fregata Antonino Zanghì (cedente) e il Capitano di Fregata Francesco Staiano (accettante), che arriva da Castellamare di Stabia. Si ricorda che il comandante Antonio Zanghì aveva preso a sua volta il posto di Giuseppe Sciarrone nello scorso settembre del 2009.

Alla cerimonia presenziata dal Direttore Marittimo della Puglia e della Basilicata Jonica, il Contrammiraglio Salvatore Giuffrè, sono stati invitati anche il Prefetto di Foggia, Autorità ecclesiastiche, civili e militari oltre che gli operatori portuali e la cittadinanza tutta. Per la prima volta, per gentile concessione dell’amministrazione comunale e della soprintendenza per i beni archeologici della Puglia, la cerimonia si è svolta nel piazzale d’armi del Castello.


La cerimonia.
Schierati di fronte all’ingresso del piazzale e alle spalle del palco i gonfalonieri rappresentanti le città di Mattinata, Manfredonia, Vieste, Monte Sant’Angelo, Margherita di Savoia, l’Associazione dell’arma dell’aeronautica e della marina. Sulla sinistra erano, invece, posizionati i marinai che hanno animato con un opportuno cerimoniale tutta la durata dell’evento. La manifestazione è stata introdotta dalla presentazione del curriculum del Capitano di Fregata (CP) Antonino Zanghì (cedente), seguita immediatamente dalla lettura del curriculum del Capitano di Fregata (CP) Francesco Staiano.

A seguire l’ingresso del Contrammiraglio Salvatore Giuffrè affiancato dai due capitani. Di questi il primo a prendere parola è stato Zanghì, che dopo i consueti ringraziamenti ha detto: “Spero di aver operato perseguendo soprattutto un obiettivo che mi ero prefisso al mio insediamento: quello del rilancio del dialogo nel settore marittimo prioritariamente rivolto alla portualità di Manfredonia considerandola un elemento trainante e quindi indispensabile per l’economia sia di Manfredonia che dell’intera Capitanata, onde conseguire un proficuo ritorno economico sulla collettività.”

Un momento della cerimonia (ST)

Dopo il suo discorso il Capitano uscente ha pronunciato la formula di riconoscimento per l’assunzione del comando, cedendo la parola al Capitano Staiano: “Rivolgo a lei, ammiraglio, il mio saluto, grato per aver voluto presiedere questa cerimonia, a dimostrazione che il compartimento marittimo di Manfredonia, merita la sua illustre presenza. Il mio saluto ed il mio vivo ringraziamento personale alle autorità politiche, religiose, civile e militari intervenute nonché agli operatori marittimi ed a tutti coloro che con la propria presenza odierna hanno voluto testimoniare l’affetto, l’attenzione e la sincera considerazione verso la capitaneria di porto di Manfredonia…”.

Evidente nel proseguo del discorso la commozione del Capitano, grato alla Capitaneria che gli ha concesso la possibilità di crescita professionale e umana. Ha preso, dunque, parola il Contrammiraglio Giuffrè, il quale dopo aver presentato la Capitaneria “come anello di congiunzione tra il lavoro della marina, lo Stato e la città”, ha esaltato Zanghì in quanto “uomo discreto, preciso e di poche parole, che ha esercitato egregiamente le sue funzioni con rispetto adeguato, in quanto trade union tra le esigenze dei pescatori e il Ministero, uomo dall’azione silente ed efficace, che lascia un’eredità di lavoro tatto e concretezza”. Ha concluso il tutto con un “augurio per il Capitano entrante, per la buona riuscita del suo lavoro”.

Infine sono intervenuti anche il nostro sindaco Angelo Riccardi e l’arcivescovo Mons. Michele Castoro. Il primo si è mostrato particolarmente provato per la separazione dal capitano Zanghì con il quale ha avuto modo di collaborare in più di un’occasione, apprezzandone “l’operato, la semplicità, il garbo, la bontà d’animo e la disponibilità nella gestione delle strutture portuali”. Inseguito ai vari ringraziamenti il primo cittadino di Manfredonia gli ha conferito l’encomio, attribuitogli dalla giunta comunale (vedi in seguito). Il sindaco ha salutato, inoltre, con simpatia Staiano rivolgendogli sinceri auguri di un lavoro proficuo e di effettiva compartecipazione. La cerimonia è terminata con l’uscita del contrammiraglio Giuffrè accanto al Capitano Staiano e l’intrattenimento presso Torre dell’Annunziata per il vin d’onore.

Encomio solenne per il Capitano di Fregata A.Zanghì. Intanto, la Giunta Comunale – in considerazione del trasferimento dal 19 settembre 2011 del Capitano di Fregata (CP) Antonino Zanghì alla Capitaneria di Porto di Catania – dopo un servizio a Manfredonia dal 26 novembre 2009 ha tributato un encomio solenne al Capitano di Fregata A.Zanghì, “per il suo peculiare e fattivo rapporto collaborativo-istituzionale, con il Comune, l’alta professionalità e lo spiccato senso del dovere, nel pieno rispetto delle leggi dello Stato, dimostrati nel corso della sua permanenza nel territorio”. Il provvedimento è stato inviato in copia al Superiore Comando di appartenenza del predetto Capitano di Fregata.

(Si ringrazia per la gentile collaborazione la giornalista Lucia Piemontese)

giusydoria@yahoo.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi