Cultura

Zagabria, una parrocchia per Agostino Cassotti

Di:

La parrocchia che sarà inaugurata a Zagabria (St)

Foggia – IL 25 settembre, a Zagabria, capitale della Croazia, verrà inaugurata una parrocchia dedicata al Beato Agostino Kazotic (Casotti), Vescovo di Zagabria e di Lucera agli inizi del XIV secolo. Il nome e il culto di Agostino Casotti (ca. 1260 – 1323) frate predicatore, studente a Parigi, vescovo di Zagabria, consigliere del papa ad Avignone, scrittore e teologo ed infine vescovo di Lucera, sono stati da tempo sottratti all’oblio grazie ad una pubblicazione del dott. Massimiliano Monaco, edita dall’Associazione Terzo Millennio nel 2001, dal titolo Agostino da Traù.

Con l’intento di assicurare a questo importante lavoro di ricerca una più ampia e duratura diffusione, il Vescovo di Lucera, Domenico Cornacchia ha sollecitato la traduzione in lingua croata del volume, affidando la trasposizione del testo a Cristina Marvulli. I tempi sono ormai maturi per un rinnovato e più approfondito impegno volto alla conoscenza, alla venerazione, alla diffusione del pensiero teologico e dell’opera pastorale e alla imitazione del grande Vescovo croato, ritenuto santo già subito dopo la morte, ma dichiarato beato solamente nel 1702, di cui è in corso di svolgimento una nuova fase del processo di canonizzazione.

I suoi resti ed il suo busto reliquario si conservano in una cappella della trecentesca Cattedrale di Lucera, il suo processo di beatificazione negli archivi diocesani di Lucera, il suo preziosissimo camice di lino nel Museo diocesano del Palazzo vescovile di Lucera. Per l’occasione il pittore Pasqualino Festa “Muré”, ha realizzato due oli su tela, che verranno donati domenica 18 settembre 2011 al Vescovo di Lucera, mons. Domenico Cornacchia. La prima tela, destinata all’Arcivescovo di Zagabria, card. Josip Bozanic per la nuova parrocchia zagabrese, è una copia della pala d’altare settecentesca, firmata dal pittore Vincenzo Lambiasi che si conserva nella chiesa di S. Domenico a Lucera. La seconda, che rimarrà a Lucera, è la copia di una recente immagine del Beato Agostino, realizzata nel 2010 dall’artista polacco Boguslaw Loreko per la chiesa del monastero domenicano di San Nicola a Korcula.

segreteria@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
3

Commenti

  • Leggendo il Vs. articolo sul Beato Augustin Kàžotić, ho pensato bene di rivolgermi a Voi per cercare di “datare” la visita fatta a Lucera qualche anno fa dal Cardinale Josip Božanić, Arcivescovo di Zagabria, insieme ad una cinquantina di Sacerdoti secolari e Superiori di ordini ecclesiastici della Croazia, che ho avuto il piacere di accompagnare da Roma prima nei nostri tre Comuni della minoranza linguistica dei Croati del Molise (Acquaviva Collecroce/Kruč, Montemitro/Mundimitar e San Felice Slavo/Filić) e poi a Lucera, dove hanno concelebrato la Messa in Cattedrale e poi tutti insieme abbiamo visitato il Museo Diocesano con le reliquie del Beato Kàžotić (Cassotti) ed abbiamo pranzato ed alloggiato in un
    Pensionato per pellegrini, sito nei pressi di Lucera.
    Purtroppo io non mi ritrovo tra le mani nessun appunto sicuro per poter “datare” la visita a Lucera, ma penso che senz’altro esisterà (nell’ambito dell’Arcivescovado o degli organi di informazione locali) una “traccia” sicura della visita, avvenuta sicuramente nel primo decennio del 2000 !
    Sicuro di un Vs. cenno di ricezione e riscontro, ringrazio anticipatamente ed ossequio!
    Mario Spadanuda
    Cell. 338/6.30.30.22
    E-mail: mario.spadanuda@alice.it
    00185 Roma – Via Tasso, 150

  • Non ho ricevuto NESSUNA risposta sinora!!!
    Come mai?


  • Redazione

    Buonasera dr. Spadanuda, ci dispiace ma, al momento, non abbiamo informazioni su quanto richiede. Stato Quotidiano.it – segreteria@statoquotidiano.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi