FoggiaSport

Asd Foggia Baseball promossa in A, Mongelli: hurrà

Di:

(st)

Foggia – “SIAMO onorati di poter rivolgere, a nome di tutta l’amministrazione, un particolare ringraziamento alla società e ai ragazzi dell’ASD Foggia Baseball Club per aver regalato alla nostra città l’ambita promozione nella maggiore serie del campionato italiano. Un traguardo raggiunto con sacrifici e sforzi non indifferenti per uno sport ancora annoverato tra i “minori” ma che sa regalare, al pari di altre discipline più note, uguali emozioni e soddisfazioni”. Lo affermano il sindaco Gianni Mongelli e il consigliere con delega allo sport Pasquale Dell’Aquila in occasione della promozione della squadra foggiana di baseball che domenica ha ottenuto la promozione in Serie A battendo la squadra del Cesena.

“Siamo molto felici per questa meritata promozione – continuano Mongelli e Dell’Aquila – perché è la dimostrazione che nel nostro Paese e nella nostra città “non si vive di solo calcio”. Il bello di queste discipline meno note è proprio nella passione che motiva questi ragazzi consapevoli di poter contare solo ed esclusivamente sulle proprie forze e i propri sacrifici senza il sostegno del circuito mediatico che di solito dimostra più interesse per altre discipline. Alla società va sicuramente riconosciuto il merito di aver creduto in questa impresa, di aver motivato i propri giocatori e di aver portato alla ribalta nella nostra città una disciplina affascinante e avvincente come il baseball”.

AUGURI AL BASEBALL CLUB, L’ORGOGLIO DI FOGGIA. “Quello raggiunto ieri dal Baseball Club Foggia è un traguardo storico. Strippoli e i suoi ragazzi hanno conquistato la serie A e dimostrato che il capoluogo dauno è culla di talenti che appartengono a quelli che ingiustamente vengono denominati ‘sport minori’. Abnegazione, voglia di vincere, capacità di fare squadra e formare quel collagene imprescindibile per lo sport, queste le prerogative degli atleti foggiani che hanno battuto il Cesena e dimostrato che a Foggia non c’è soltanto la compagine calcistica. Il mio plauso va ai ragazzi del baseball, ma anche ai loro colleghi della scherma, del nuoto, del rugby, del pattinaggio, del basket, del volley, del salto con l’asta, dell’atletica, del tiro a segno, del pugilato e delle arti marziali che stanno dimostrando in tutto il mondo la loro valenza. Sarebbe importante che queste piccole grandi realtà vengano valorizzate e possano contribuire a far crescere la provincia sempre più”.

“Diverse volte gli atleti di Capitanata hanno dovuto lottare con la mancanza di strutture, come le docce per i pattinatori foggiani e i calciatori del Carapelle, l’illuminazione per gli stessi ragazzi del baseball e le gloriose ragazze del softball, che oltre un decennio fa entrarono nella storia con uno scudetto sulla maglia e diverse convocate in nazionale. Ricordo le difficoltà di Giovanna Turchiarelli, pluricampionessa di pattinaggio, costretta ad allenarsi sull’asfalto davanti allo stadio Zaccheria e ai ragazzi del Cus Rugby Foggia che hanno rischiato più di una volta di non poter giocare per la mancanza di un campo adatto. Ma i sacrifici di questi atleti, giovani e meno giovani, sono stati ripagati con risultati internazionali, come è accaduto a Francesco Bruno, la stessa Giovanna Turchiarelli, Gigi Samele nella sciabola, Elania Nardelli nel tiro a segno. E adesso la gloria passa per il campo da baseball di via Gramsci. Ancora complimenti al Baseball Club e ad majora”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi