Manfredonia

Manfredonia, Centro Sociale Anziani intitolato a Rita Levi Montalcini

Di:

Rita Levi Montalcini, consegna Nobel (Ph: gravita-zero@)

Manfredonia – DA relazione dell’assessore alla “Solidarietà, cultura e politiche giovanili” Prof. Paolo Cascavilla, atto d’indirizzo della Giunta comunale di Manfredonia per intitolare il Centro Sociale Anziani, ubicato in via di Porta Pugliese al premio Nobel per la medicina Rita Levi Montalcini, “senatrice a vita e concreto esempio di invecchiamento attivo”.

Rita Levi-Montalcini era nata a Torino il 22 aprile 1909, morta a Roma il 30 dicembre 2012. Neurologa e senatrice a vita italiana, Premio Nobel per la medicina nel 1986. Personalità notissima non solo nel mondo scientifico, viene ricordata così dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: ”Si è spenta, con Rita Levi Montalcini, una luminosa figura della storia della scienza. Il riconoscimento internazionale che ha premiato un’intera vita dedicata alla ricerca, ha costituito alto titolo di orgoglio per l’Italia, che garantirà l’ulteriore sviluppo della Fondazione scientifica da lei creata e fino all’ultimo curata con passione. La sua ascesa a ruoli elevatissimi ne ha fatto un simbolo e punto di riferimento per la causa dell’avanzamento sociale e civile delle donne, che l’ha vista personalmente impegnata anche fuori d’Italia.

La fermezza e dignità con cui di fronte alle persecuzioni razziali del fascismo scelse la difficile strada dell’esilio ha rappresentato un esempio straordinario nel movimento per la libertà e la rinascita della democrazia in Italia. La serietà e dedizione con cui infine ha assolto alla funzione di senatore a vita
l’ha resa ancor più vicina, nel rispetto e nell’affetto, alle istituzioni e agli italiani”.

Rita Levi Montalcini nel 1986 vinse il Premio Nobel per la medicina grazie alla scoperta e all’identificazione del fattore di accrescimento della fibra nervosa, ed è stata la prima donna a essere ammessa alla Pontificia Accademia delle Scienze. Nel 2001 fu nominata senatrice a vita, dall’allora presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, che la scelse per i suoi meriti sociali e scientifici.

Rita Levi Montalcini, che secondo fonti vicine alla famiglia, ha continuato a studiare fino all’ultimo giorno, in occasione del compimento dei cento anni ebbe modo di dichiarare: “Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo: io sono la mente”.

La proposta di intitolare il Centro Sociale Anziani a Rita Levi Montalcini è stata pienamente condivisa da parte dell’intero Comitato di gestione oltre che dall’organismo denominato “Consulta
Anziani”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi