PoliticaStato prima
"All'inizio non volevamo neanche entrare nelle istituzioni..."

M5S, Di Maio “Ho accettato la mia candidatura a Premier”

"Quando il Movimento 5 Stelle è diventato la prima forza politica del Paese, hanno avuto paura e hanno iniziato a COMBATTERCI con tutto il potere mediatico e politico che avevano a disposizione"


Di:

Roma. ”Come tanti di voi ho iniziato questo percorso 10 anni fa, l’8 settembre del 2007 con un banchetto. Ed è dal banchetto dei nostri attivisti Siciliani, di Caltanissetta che voglio parlarvi oggi.

All’inizio non volevamo neanche entrare nelle istituzioni, pensavamo che bastasse proporre alla politica progetti validi per essere ascoltati.
Ma ci hanno IGNORATI.

Per questo abbiamo deciso di entrare nelle istituzioni dall’opposizione per far conoscere al Paese il loro indegno modo di gestire la cosa pubblica. E hanno passato il tempo a DERIDERCI.

Quando il Movimento 5 Stelle è diventato la prima forza politica del Paese, hanno avuto paura e hanno iniziato a COMBATTERCI con tutto il potere mediatico e politico che avevano a disposizione.

Siamo ancora qui, più forti di prima. E ora dobbiamo completare l’opera: andiamo a Palazzo Chigi e facciamo risorgere l’italia.

Oggi ho accettato la mia candidatura a Premier per il Movimento 5 Stelle.

Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci.” (Gandhi)

Ps: sono tornato in Sicilia per sostenere Giancarlo Cancelleri. Oggi siamo nella sua città, a Caltanissetta, e poco fa mi sono fermato a un banchetto dei nostri instancabili attivisti”.

Lo ha scritto su facebook il vice presidente della Camera, del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio.

M5S, Di Maio “Ho accettato la mia candidatura a Premier” ultima modifica: 2017-09-16T16:04:38+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • pensionato

    poveri iscritti grilli,si fanno prendere in giro da DI Maio e grillo,hanno fatto in modo che non ci fossero altri iscritti a mettere i bastoni tra ruote,ci sono nel movimento donne molte più indeligente di Di Maio,però sai come,si come il vice presidente è un signor sì di grillo,non bisogna dargli fastidio,come si vede che si sono adeguati alla politica,e finita il uno vale uno,Di Maio e grillo, ne dicono di bugie,hanno detto massimo due mandati,e adesso manco a pensarlo,adesso in prossimità delle elezione, Di Maio dice tutto il contrario di tutto,come tutti i politici,non si vogliono più staccare dalla poltrona,adesso si possono candidare,anche chi e indagato,è bravo al comico con le sue barzellette ha preso in giro tutti.Povera ITALIA,in quale mano stiamo,politici che non valgono niente.TUTTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi