Cronaca

Aia Ilva, Giunta delibera su prescrizioni

Di:

Padre morto per un melanoma, esposto-querela figlia operaio ILVA (ph: tempi)

Bari – LA Giunta Regionale ha delegato, per la Conferenza di Servizi convocata presso il Ministero dell’Ambiente in relazione al procedimento amministrativo per il rilascio dell’Autorizzazione Integrata Ambientale per lo stabilimento Ilva di Taranto, l’Assessore Lorenzo Nicastro, l’ing. Antonello Antonicelli direttore d’Area politiche ambientali, l’ing. Giuseppe Tedeschi dirigente dell’ufficio Rischio Industriale ed il dott. Roberto Giua direttore dell’Unità operativa semplice Aria di Arpa Puglia. Il documento approvato dalla giunta fa propri gli elementi tecnici del documento prodotto dal comitato istruttore della Commissione IPPC/Aia e contiene anche le prescrizioni che la delegazione regionale rappresenterà in sede di conferenza di servizi: nello specifico codifica la necessità che nella eventuale nuova Aia siano inserite le misure contenute nel piano di intervento per il risanamento della qualità dell’aria del quartiere Tamburi di Taranto e le indicazioni delle Bat conclusion 2012 e che, infine, siano assorbite le valutazioni ambientali e sanitarie contenute nella perizia chimica ed epidemiologica disposta dalla magistratura di Taranto. La maggiore novità deliberata dalla giunta Regionale consiste nella richiesta di inserire come prescrizione l’esame delle risultanze della prima valutazione del danno sanitario in corso di redazione e che, in caso di criticità rilevate, il Ministero dell’Ambiente si faccia carico di riesaminare l’Aia alla luce dei dati emersi.


Infine, tra le altre prescrizioni, degne di nota sono ancora la volontà della Regione di dar seguito alla richiesta – da più parti giunta – di rendere di evidenza pubblica i dati sui monitoraggi effettuati, a beneficio di tutte le istituzioni deputate alla tutela della salute pubblica oltre che dei cittadini interessati e la volontà di istituzionalizzare, attraverso un gruppo di controllo formalmente costituito, il monitoraggio sullo stato dell’arte relativamente all’ottemperanza da parte dell’Azienda delle prescrizioni contenute nell’eventuale Aia perché sia rispettato il crono-programma stabilito in sede di conferenza dei servizi.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi