Capitanata

Foggia, intimidazioni a Procuratore Russo; pistola in un plico

Di:

In primo piano il Procuratore capo di Foggia dr. Vincenzo Russo (St)

Foggia – «AL Procuratore Russo e a tutti i magistrati della Procura di Foggia esprimo la mia solidarietà, umana ed istituzionale, per l’intimidazione di cui sono stati vittime. Si tratta di un segnale pericoloso che non può essere in alcun modo sottovalutato ma che allo stesso tempo non fiaccherà il loro impegno nella lotta ad ogni forma di criminalità sul territorio di Capitanata». Così Antonio Pepe, presidente della Provincia di Foggia, commenta il ritrovamento nel cortile del Tribunale di Foggia di un plico contenente una pistola.

«Nessuno si lascerà intimorire da queste forme di violenza – afferma il presidente della Provincia – soprattutto tra quanti operano all’interno della Procura di Foggia, che in questi anni si è distinta per un’abnegazione, un impegno ed una serietà senza pari nel combattere l’illegalità in provincia di Foggia. Ciò che è necessario fare in questo frangente è stringere ancor di più le maglie della sinergia istituzionale, condannando in modo unanime queste vili intimidazioni e rafforzando a tutti i livelli la promozione della cultura della legalità. Al Procuratore Vincenzo Russo e ai magistrati che collaborano con lui va dunque la vicinanza e la solidarietà dell’intera comunità di Capitanata – conclude Pepe – che in questa circostanza rinnova il suo grazie più sincero per l’opera portata avanti sino ad oggi dalla Procura di Foggia».

Intimidazioni alla Procura di Foggia, la solidarietà del senatore del Popolo della libertà, Carmelo Morra, al Procuratore Vincenzo Russo e ai magistrati. “Non saranno le intimidazioni o le minacce a far deflettere la Procura di Foggia dalla battaglia contro l’illegalità e la criminalità sul territorio di Capitanata. Questi gesti vigliacchi saranno respinti senza se e senza ma dalla comunità della provincia di Foggia, che oggi più che mai si stringe attorno al Procuratore Vincenzo Russo e ai suoi magistrati”. Così il senatore del Popolo della libertà Carmelo Morra esprime la sua solidarietà ai magistrati della Procura di Foggia dopo il ritrovamento nel cortile del Tribunale di Foggia di un plico contenente una pistola. “Al Procuratore Vincenzo Russo e a tutti i magistrati che operano ogni giorno per l’affermazione della legalità nella nostra terra va la mia totale e completa solidarietà – afferma il senatore Morra – nella convinzione che questi gesti insani non fermeranno l’impegno e lo spirito di servizio con i quali i nostri magistrati combattono quotidianamente ogni forma di criminalità”.

Minacce alla Procura, Mongelli: “Solidarietà e gratitudine ai magistrati foggiani”. A nome della città, oltre che personalmente, esprimo solidarietà al procuratore della Repubblica Vincenzo Russo e, per suo tramite, ai magistrati della Procura presso il Tribunale di Foggia nuovamente oggetto di un inquietante tentativo di intimidazione. A tutti loro va anche la nostra gratitudine per lo spirito di sacrificio con cui affrontano il proprio gravoso compito. Conoscendo e apprezzando il procuratore Russo, sono certo che le minacce e le intimidazioni saranno di ulteriore stimolo a svolgere con rinnovato impegno il lavoro quotidianamente svolto per affermare l’imprescindibile valore della legalità”.


Procuratore Russo.
“Se pensano di intimorirci con questi gesti non ci riusciranno”, ha detto in una nota il procuratore capo dr.V.Russo.

INTIMIDAZIONE PROCURATORE VINCENZO RUSSO, SOLIDARIETÀ DA PARTE DELL’UGL.. La segreteria Territoriale dell’UGL esprime solidarietà e vicinanza al Procuratore della Repubblica Vincenzo Russo e ai Magistrati della Procura presso il Tribunale di Foggia vittime di un atto intimidatorio. “Si tratta di un atto – dichiara il Segretario Territoriale Gabriele Taranto – che colpisce tutta quella parte di Capitanata, fatta anche di semplici cittadini, che ogni giorno lotta per la legalità. E’ un’azione che condanniamo e che, siamo certi, non scalfirà il lavoro quotidiano degli uomini di giustizia, ma che anzi, darà più forza alla loro battaglia giornaliera”.

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi