Manfredonia

Manfredonia, 14 segnalati in Prefettura quali assuntori droga

Di:

Carabinieri del Comando Compagnia di Manfredonia (ST - archivio)

Manfredonia – NEL corso di controlli e verifiche nel territorio, i carabinieri del Comando compagnia di Manfredonia hanno segnalato 14 persone alle Prefetture competenti quali assuntori di sostanze stupefacenti perché trovate in possesso di droga del tipo hashish, marijuana, cocaina ed eroina.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • angy

    Fuori i nomiiiii!!!!!


  • Redazione

    Gent.le Angy;
    si tratta di soggetti segnalati quali assuntori; non sono stati resi i nomi; sono stati segnalati alle Prefetture competenti; grazie, buona giornata; Red.Stato


  • Antonio Vigilante

    Perché, è reato assumere droghe?


  • Redazione

    La legge nazionale italiana che disciplina l’intera materia relativa agli stupefacenti è il T.U. (Testo Unico) 309/90. Questo provvedimento stabilisce regole riguardo alla produzione al commercio e all’uso delle sostanze stupefacenti, alla repressione delle attività illecite, alla prevenzione delle tossicomanie, alla cura delle persone tossicodipendenti.

    “La persona trovata in possesso di sostanze illegali, che dimostri di farne unicamente uso personale, viene segnalata al Prefetto per l’irrogazione della sanzione”

    —-
    In particolare,

    “L’articolo 73 dle T.U. prevede fino a 20 anni di reclusione per chi “coltiva, fabbrica, estrae, raffina, OFFRE o mette in vendita, cede o riceve a qualsiasi titolo, distribuisce, commercia, acquista, trasporta, esporta, importa, procura ad altri, invia, passa o spedisce in transito, consegna per qualunque scopo o comunque illecitamente detiene sostanze stupefacenti o psicotrope”.

    Ciò vale non solo per gli spacciatori ma, in teoria, anche per chi acquistasse droga per un familiare o un amico tossicodipendente. Le stesse pene, inoltre, si applicano per le sostanze per cui è consentito l’uso terapeutico qualora vengano utilizzate per altri scopi, indipendentemente dal fatto che siano state reperite utilizzando una ricetta medica.

    Tuttavia l’articolo 75 introduce una eccezione per chi illecitamente detiene sostanze stupefacenti o psicotrope per uso personale. In questo caso sono previste solo sanzioni amministrative (es. la sospensione della patente di guida o del passaporto).

    In pratica, la persona trovata in possesso di sostanze illegali, che dimostri di farne unicamente uso personale, viene segnalata al Prefetto per l’irrogazione della sanzione. Ha tuttavia la possibilità di richiedere la sospensione del procedimento se accetta di recarsi al Servizio Pubblico per le Tossicodipendenze (Ser.T.) per la predisposizione di un programma terapeutico. In questo caso il servizio invierà al Prefetto una relazione periodica sull’andamento del programma.

    Non è invece mai punibile, di per se stesso, il semplice consumo di sostanze vietate.
    Qualora le forze dell’ordine, nel corso di una indagine, vengano a conoscenza del fatto che una persona abbia assunto sostanze vietate sono tenute (articolo 121) a segnalarla ad un Ser.T..

    Il servizio inviterà l’interessato a presentarsi per un eventuale terapia. Nessuna conseguenza è tuttavia prevista per chi non rispondesse all’invito o non accettasse aiuti. La non punibilità dei consumatori non significa che l’uso non terapeutico di queste sostanze sia espressamente consentito, ma solo che queste persone sono considerate malate e non delinquenti. Perciò la legge prevede che siano curati e non puniti. Nello stesso modo la non punibilità di una persona malata di mente che passa a 100 all’ora a un semaforo rosso non vuol dire che sia cambiato il Codice della Strada ma solo che quel comportamento non è una violazione della legge ma solo il sintomo di una malattia.

    Saluti; buona giornata; Red.Stato


  • Grazie Stato Quotidiano

    Se si dovessero pubblicare tutti i nomi (compreso quelli occulti dediti all’uso di droga, ci sarebbe da rabbrividire.


  • scupastred

    Cara Angy, se si dovrebbero pubblicare i nomi ci sarebbe anche quello di qualche tuo stretto famigliare. Non perchè conosca la tua famiglia, il fenomeno della consumazione della droga leggera è così vasto che secondo una mia persnale opinione, dovrebbe essere legalizzato. La lotta al proibizionismo di queste droghe, e specifico, leggere, rappresenta solo una spesa milionaria per lo Stato Italiano. Soldi che invece potrebbero essere incassati anzichè spesi. In fin dei conti, cara signora, cosa è una droga e cosa non lo è? Lo è se scritto in un libro che si chiama Codice Penale. Anche l’Alcool è una droga, molto piu potente e pericolose delle cosiddette droghe leggere, ed è legalizzato.


  • U pantanir

    Assurdo!!! E i nomi di tutti gli ubriaconi? L’alcol non è forse peggio della droga? E scolarsi due bottiglie di rum non è forse peggio di farsi una canna o uno strisciotto?
    La legge, la legge..ma che legge?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi