Cronaca

Miranda: aumento IMU Foggia per errori politica

Di:

Miranda (st)

Foggia – “L’AMMINISTRAZIONE comunale dovrebbe trovare altrove le risorse necessarie per il bilancio di previsione e non, ancora una volta, nelle tasche dei foggiani”. Il consigliere comunale e dirigente regionale dell’Unione di Centro Luigi Miranda critica nuovamente e con fermezza l’aumento dell’aliquota dell’IMU sulla prima casa proposta dalla giunta del Comune di Foggia, che presto sbarcherà in Consiglio comunale per essere discussa ed eventualmente approvata e che potrebbe passare dallo 0.4% allo 0.55%. “L’esecutivo di Palazzo di Città ha tempo sino al 31 ottobre per trovare alternative all’aumento dell’Imposta Municipale Unica – sottolinea Miranda – che andrebbe a colpire nuovamente le famiglie foggiane che già sono alle prese con le difficoltà della crisi economica. Piuttosto l’Amministrazione potrebbe avviare un taglio delle spese inutili che pure negli ultimi tempi hanno caratterizzato l’Amministrazione comunale. I cittadini hanno il diritto di sapere come sia stato possibile assicurare una vecchia autovettura della polizia municipale ad oltre 5000 euro annui o quali effetti abbia prodotto la onerosa consulenza di Raphael Rossi, che sembra non aver affatto risolto i problemi dell’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti”.


Da qui la richiesta di Luigi Miranda all’Amministrazione Comunale di rivedere la decisione di aumentare l’Imu sulla prima casa per il quale anche i sindacati hanno annunciato una più che probabile ricaduta negativa che questa decisione potrebbe avere sull’intera economia cittadina, che già ha dovuto fare i conti con l’aumento di altre tasse comunali ed il taglio di servizi. “In Consiglio comunale ci opporremo con forza all’approvazione dell’aumento dell’Imu – spiega il consigliere comunale dello scudocrociato – affinché non siano sempre e solo i cittadini foggiani a pagare la poca lungimiranza amministrativa e politica che ha caratterizzato l’ente comunale negli ultimi anni”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi