Cronaca

Sindacati, la Biglietteria FS San Severo resti aperta

Di:

Stazione di San Severo (Ph: stazionidelmondo@2008)

Foggia – LE Segreterie Territoriali Filt Cgil-Fit Cisl-Uilt Uil di Foggia ribadiscono ancora una volta la loro netta contrarietà alla paventata chiusura della biglietteria di San Severo così come denunciato e verbalizzato negli scorsi incontri che si sono svolti con la dirigenza di Trenitalia a livello Regionale. Un atto unilaterale ed ingiustificato, da parte del Gruppo FS, che penalizza l’intero bacino del nord della Capitanata che trova in San Severo un ideale punto di raccordo e di connessione con il sistema dei trasporti su ferro e su gomma per rimanere “legato” con il resto del Paese. Senza tener conto della strategicità del centro dell’Alto Tavoliere relativamente alla valorizzazione dei flussi turistici, stagionali e religiosi, da e per il Gargano.

I volumi di introito della biglietteria, già di per se sufficienti a giustificare l’apertura della struttura, non possono essere l’unico parametro da tenere in considerazione per eventuali scelte di chiusura. Una stazione “aperta”, che dialoga e rende un servizio ad un bacino d’utenza di centinaia di migliaia di persone che chiedono sempre più “trasporto pubblico di qualità”, rappresenta un valore aggiunto che non può essere considerato un lusso, ma una necessità.

Nei prossimi giorni, gli incontri con Trenitalia proseguiranno. “Le OO.SS. non faranno mancare la propria voce di protesta e di dissenso, come hanno sempre fatto e continueranno a fare, confortati, magari, dal sostegno convinto e deciso dell’Amministrazione Comunale di San Severo e da tutti coloro che rivestono un ruolo istituzionale in rappresentanza di un territorio che non può e non deve subire il danno di ulteriori tagli di strutture e servizi”. “Faremo seguito con eventuali e significative iniziative da svolgere sul territorio, nel caso in cui Trenitalia dovesse perseverare nel suo progetto di chiusura”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi