Cronaca

Spinazzola, “riduzione TARSU dal 2000 al 20%”

Di:

L'incontro delle associazioni di categoria (st@)

Bari – “SI sono protratti per oltre un anno gli incontri, i confronti e le azioni legali per contestare gli aumenti apportati alla tariffa della Tassa Rifiuti Solidi Urbani per l’anno 2011 rispetto all’anno 2010, applicata agli ambulanti del mercato settimanale. Nella serata del 15 ottobre scorso, presso il Comune di Spinazzola, la firma del Protocollo d’Intesa con il quale si mette fine al contenzioso sindacale, avviato dalle Associazioni rappresentative FIVA-CONFCOMMERCIO, UNIMPRESA BAT, FEDERCOMMERCIO, BAT COMMERCIO 2010/CNA e ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI AMBULANTI BAT (ACAB) e dei legali degli operatori ricorrenti, Avv. Lucia VILELLA e Avv. Luciana Cassetta. Un accordo che ha sancito l’aumento del 20% della tassa rifiuti pagata dagli ambulanti del mercato settimanale rispetto all’anno 2010, invece del 2000% come richiesto dall’Ente”. Lo dicono in una nota le Associazioni di Categoria Rappresentative impegnate nella trattativa sindacale col Comune di Spinazzola.

“Una bella pagina di storia sindacale combattuta con lealtà e conclusasi con un accordo soddisfacente e ragionevole, accettato da tutte le parti in causa. Un grazie al Sindaco di Spinazzola Nicola Di Tullio e all’Assessore al Bilancio Orazio VITTI i quali si sono mostrati interlocutori attenti e sensibili rispetto alle manifestazioni esternate dalle Associazioni di Categoria, dai ricorrenti e dai loro legali. Un esempio di corretti rapporti istituzionali che deve rappresentare altresì una guida ed un insegnamento anche per le Associazioni di Categoria le quali, quando agiscono unitariamente e con l’unico obiettivo di salvaguardare e tutelare i legittimi interessi generali, collettivi e diffusi delle Categorie ne traggono sicuro ed innegabile giovamento nella certezza di aver assolto fino in fondo ed onestamente al proprio dovere”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi