Economia

Legge stabilità: Sindacati verso sciopero, Squinzi sostiene

Di:

Sciopero unitario sindacati (ST - archivio)

(ansa) I sindacati affilano le armi sulla Legge Finanziaria, ma sul provvedimento va all’attacco anche il leader di Confindustria, Giorgio Squinzi. Tra i rappresentanti dei lavoratori, il più esplicito e’ Luigi Angeletti: la Uil, dice, è “certamente pronta” a proteste “molto forti” ed anche allo sciopero contro le misure della legge di stabilità che riguardano il pubblico impiego: dal blocco dei contratti a quello del turn over, dal taglio degli straordinari alle misure sulla liquidazione.

Più cauta la Cgil con il segretario generale, Susanna Camusso: “Bisogna cambiare la legge di stabilità e decideremo tutte le cose utili per questo fine”. “Sono sempre poco affascinata dai dibattiti di chi prima decide quali modalità e poi i perché”, ha detto rispondendo a chi gli chiedeva se anche per la Cgil fosse necessario uno sciopero come evocato da altre organizzazioni. (ansa)



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Ex elettore del Pd

    FATE BENISSIMO!
    LA MANOVRE ECONOMICA E’ UN ALTRO SCEMPIO VERSO LE PERSONE ONESTE E I LAVORATORI!!
    MANDIAMOLI VIA TUTTI A CASA DAL 1° ALL’ULTIMO DEI POLITICANTI CHE SONO CIALTRONI E FALSI!!


  • Un cittadino di Manfredonia

    E per l’evasione fiscale che dilaga in tutto il paese che provvedimenti avete stilato, niente!! Perché non inasprite le pene per gli evasori fiscali? Siete voi che alimentate il vizio nella mente degli italiani, con macchinette (che non vi rendono un kaiser perché c’è gente che fotte lo Stato) scommesse, gratta e vinci di sto kaiser, lotterie istantaneo, siete voi la rovina dei giovani e delle famiglie Italiane!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi