Cronaca

Mafia:arrestati Lecce in aiuto latitante

Di:

Controlli volanti Polizia (mssblg@)

(ANSA) – LECCE, 16 OTT – Gestendo una sorta di ‘cassa comune’ frutto di attività illecite, avrebbero anche favorito, dal 24 gennaio 2012 al successivo 12 maggio, la latitanza del capo di una frangia della Scu, Roberto Nisi, arrestato alla stazione Termini di Roma, e avrebbero sostenuto le spese di altri affiliati detenuti in carcere. E’ una delle accuse a carico delle quattro persone arrestate dalla Squadra Mobile di Lecce nell’operazione, denominata ‘Reset’, contro la criminalità organizzata salentina.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi