ManfredoniaStato news
Una mamma scrive

Manfredonia, “Aumento tariffe mensa”. Ancora proteste

"Caro Sindaco e caro assessore La Torre noi le tasse le paghiamo già e abbondantemente"

Di:

Manfredonia. AUMENTO tariffe servizio di refezione scolastica: ancora proteste dei genitori.

“Quest’anno – scrive una mamma a Stato Quotidiano – il Comune ha fatto a noi gente onesta – che dichiara tutto il lavoro che esegue – un aumento inopportuno della tariffa mensa arrivata a 4.66 euro. Spiegazione? L’Ente deve coprire un buco economico dovuto al cambio della ditta appaltante e gestore della mensa scolastica e ha pensato di caricare la maggior parte dell’aumento sull’ultima fascia (reddito al di sopra dei 15.000 euro) e non solo l’aumento ma anche una piccola parte a vantaggio degli esenti.

Caro Sindaco e caro assessore La Torre noi le tasse le paghiamo già e abbondantemente, noi che lavoriamo e dichiariamo tutti, avremmo pertanto diritto a una scuola PUBBLICA; lo stato sociale, inoltre, non lo deve fare con i nostri soldi a vantaggio soprattutto degli evasori che ormai a Manfredonia sono tantissimi anche perché conviene in quanto mensa gratis o quasi, piscina gratis, bollette pagate e via dicendo. Non era possibile fare una tariffa intermedia unica uguale per tutti come fanno già in altri paesi? Forse così facendo il consenso politico degli amministratori comunali sarebbe sceso visto che gli evasori sono tanti qui a Manfredonia?

Non intendendo pagare queste tariffa assolutamente ingiusta e pertanto insieme ad altri genitori abbiamo chiesto alla dirigente scolastica e alla vice, che continuano a negarsi perchè proprio in questo periodo troppo indaffarate! Un cambio dal tempo pieno al tempo normale e se fosse necessario il trasferimento ad altro istituto a discapito dei genitori che lavorano purtroppo visto che non ci sono altre soluzioni, se non quella del pasto da casa che significherebbe un disordine alimentare enorme a carico dei nostri figli. Chi dovrà farsi carico di questa situazione scandalosa: Il Comune che dovrà pagare una penale se non fa partire la mensa, la scuola che subirà cambiamenti nelle graduatorie degli insegnanti o i bambini che dovranno o portarsi un misero pasto da casa per un intero anno scolastico o dovranno subire un cambio scuola? A voi la ovvia risposta!”, conclude la mamma.

Manfredonia, La Torre “Ecco quando partirà il servizio mensa” (VIDEO)

redazione stato quotidiano.it



Vota questo articolo:
13

Commenti

  • Nel frattempo viva il referendum quei soldi anziché fare una cosa inutile li avrebbero potuti spendere per le mense


  • Gino

    Governa locale alle scale di Teresina. Ogni popolo ha il governo che si merita.


  • NO ENERGAS

    Vogliono forzare la mano alle famiglie, è un braccio di ferro. Forti di circa 400/500 iscrizioni su 1700, faranno partire la mensa pensando di far capitolare tutti. Voglio proprio vedere quando la mensa inizierà e la ditta appaltatrice si troverà a consegnare soli 500 pasti sparsi in tutte le scuole di Manfredonia. Secondo me, se le famiglie resisteranno, durerà poco e la ditta stessa farà un passo indietro….


  • Serena

    Sono stati abituati troppo bene. In altre città le tariffe sono molto più alte e se qualcuno non può il bambino se lo tiene a casa.


  • Francesco

    Mi piacerebbe sapere quanti sono gli esenti e quanti quelli della prima fascia. Vedo ogni giorno mamme presunte casalinghe (ma nella realtà estetiste o parrucchiere in casa) che accompagnano i loro figli con macchine nuovissime. Oppure padri presunti disoccupati a bordo di enormi suv. Si tratta delle stesse mamme e degli stessi padri che poi presentano delle dichiarazioni isee che gli consentono di avere le esenzioni. Chi paga le tasse non può esere penalizzato 2 volte! Quindi finiamola con questa pagliacciata. Se il comune vuole aiutare i presunti bisognosi lo faccia con i suoi soldi e non penalizzando gli onesti!


  • Non ci sto

    Signori chi tace..acconsente…fatevi sentire dai dirigenti scolastici e dai nostri governanti….non nascondetevi dietro quei pochi che ci mettono la faccia per difendere un diritto di tutti..non fate i soliti manfredoniani…..sempre pronti a lamentarsi …ma ad agire MAI….


  • zak

    La citta’ si fonda sull’evasione fiscale. Perche’ la gdf non controlla gli esenti? Le liste sono secretate dal sindaco? Approfondiamo…


  • Mamma

    Siamo stanchi di pagare x gli altri….gente che ha diritto alla piscina,alla mensa,ai libri,agli affitti,alle bollette,ecc…GRATIS e vanno in giro con vestiti firmati,SUV e unghia sempre rifatte…mentre noi che lavoriamo onestamente siamo continuamente tassati e molte volte arriviviamo a fine mese a stento…Io non farò la domanda x la mensa né oggi né mai…voglio vedere se mio figlio resterà ostaggio della scuola a digiuno fino alle 16,00…devono prendere decisioni al più presto sia i dirigenti scolastici sia il comune…altrimenti prevedo un esodo di bambini verso altri istituti


  • una mamma che sta lottando per queste tariffe assurde

    la mensa è un servizio pubblico, quindi tutti devono pagare la stessa tariffa, come quando si prende si prende l’autobus,la circolare o si usufruisce di qualunque mezzo pubblico. In questi casi non viene chiesto l’ isee. A prato il tar si espresso in questo modo, dicendo che l’isee va presentato solo x servizi sociali e servizi sanitari e non per la mensa scolastica!


  • Profeta

    Voci di corridoio: si pavimenta l’ipotesi di commissariare il Comune di Manfredonia. Speriamo quanto prima.


  • Xy

    Magari….sarebbe cosa santa e giusta

  • LE TASSE NOI LE PAGHIAMO ABBONDANTEMENTE IL PROBLEMA E DA CAPIRE I SOLDI DELLE TASSE A MANFREDONIA SE VANNO A FINIRE NELLE TASCHE DI QUALCUNO O FANNO QUELLO CHE LÌ PARE


  • Redazione

    Buonasera, sono uno dei tanti genitori, definiti CAPRONI,semplicemente perché stiamo protestando contro il rincaro mensa,iniquo..perché quando si parla di disuguaglianza sociale deve essere considerata a 360 gradi e non solo verso il basso..Sono caprone perché mi sono ribellato?Lo sarei stato se non lo avessi fatto,abbassando per l’ennesima volta la testa e avessi aperto per l’ennesima volta il portafoglio per pagare,dopo che già lo STATO, la REGIONE, Il COMUNE mi dissanguando con le tasse…A quelle persone che mi hanno dato del CAPRONE dico semplicemente di guardare in casa propria…i soldi che il comune o la regione stanzia per pagare la mensa e non solo delle fasce esenti sono anche i miei!!!e posso gridarlo a gran voce…io pago le tasse,il cittadino onesto lo fa,lo Stato è fatto dai cittadini…quei soldi sono anche i miei!!!I posti di lavoro,le insegnanti che dovranno essere trasferite in caso la mensa non parta???…il problema o la colpa non deve ricadere su noi genitori, ma sull’amministrazione comunae e che ormai alla frutta,non ha il coraggio di dire basta,come lo hanno fatto altre amministrazioni.Quando ho perso il mio lavoro nessuno,né comune né insegnanti si sono preoccupati della sorte mia e della mia famiglia, mi sono rimboccato le maniche e ora lavoro a quasi 1000 km per poter mantenere la famiglia….Quindi niente moralismi,niente ricatti psicologici da parte di nessuno..compratevi meno pacchi di sigarette, bevete meno caffè e tutti potrete pagare la mensa ai vostri figli..non solo noi CAPRONI

    (Papà Caprone)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati