Manfredonia
Seconda sconfitta casalinga in due gare sul proprio parquet

Manfredonia. C Silver: sirena di allarme al Palascaloria

Adesso, scattata la sirena, bisogna azionare le contromisure e ripartire dai lati positivi visti nella gara interna contro il Monopoli


Di:

Manfredonia. L’allarme, come il postino, suona sempre due volte anche in casa Angel.

La seconda sconfitta casalinga in due gare sul proprio parquet, quest’ultima maturata praticamente rimanendo negli spogliatoi durante l’intervallo lungo, avvisa che arrivare tra le prime in classifica comporterà sacrificio e sudore.

Adesso, scattata la sirena, bisogna azionare le contromisure e ripartire dai lati positivi visti nella gara interna contro il Monopoli.Infatti l’Angel per due periodi ha giocato molto bene con l’ala-pivot Jonikas (26 punti) che ha un ottimo impatto sulla partita piazzando il primo parziale di 7-0. Gli ospiti raddrizzano il distacco, ma non contengono la fluidità di gioco dei padroni di casa. 23-16 il primo parziale con una ottima difesa di Rubbera su Paparella.

Nel secondo periodo l’Angel difende anche duro incrementando il distacco arrivando sul +15 sul punteggio di 43-28 con la tripla di Sansone (6).Poi il blocco nel terzo periodo.
I ragazzi della Angel si sono sciolti nello spogliatoio non riemergendo più, per poi evaporare nel buio totale dell’ultimo parziale.

Solo 22 i punti segnati dagli uomini di Ciociola negli ultimi 2 quarti, 6 negli ultimi 10′, senza fiducia e spesso confusionari negli attacchi caratterizzati da una palla troppo ferma.
Neanche la tripla di Antonio Padalino (9) allo scadere del terzo periodo riesce a scuotere i padroni di casa.Il Monopoli, invece, dal canto suo trova le triple di Donzelli (13), e sorniona, pian piano prima recupera (59-58) e poi sorpassa con Paparella che in maniera ordinata prende di infilata la difesa di casa.L’Angel perde le certezze e con essa la fluidità in attacco, che dopo essere stata delizia si trasforma in croce.

Calisi (11) e Paparella (15) dalla lunetta mettono in ghiaccio la gara per i ragazzi di coach Lezzi che vincono 65-70, lasciando all’Angel con più dubbi che certezze derivanti dalla seconda gara interna con sconfitta finale.

Non resta che dissiparli tutti sabato sera nel terzo incontro casalingo (il secondo consecutivo) contro Ceglie.In settimana sarà fondamentale il lavoro di coach Ciociola, molto amareggiato dalla prestazione dei suoi e dal risultato della gara.

“Questa partita – dichiara il tecnico bianco-azzurro – ha dimostrato a che punto siamo come progetto di squadra. Siamo mancati di continuità mentale e abbiamo mostrato una carenza di spirito di appartenenza.

La palla in attacco nel terzo e quarto periodo era sempre ferma, abbiamo smesso di servirla sotto canestro, ed in più abbiamo perso la bussola e grinta in difesa.

Più che un allarme è un campanello, semplicemente perché è tutto chiaro ciò che manca.

Il piano è preciso, ma bisogna attuarlo. Dopo la bruciante sconfitta nella gara odierna dobbiamo avere la forza di reagire e guardare oltre.”Si attendono le risposte che il parquet restituirà sabato 21 ore 20.00 al PalaScaloria, una chiamata a cui si dovrà rispondere “presente” nel rettangolo di gioco e sulle gradinate.

TABELLINI
SILAC ANGEL MANFREDONIA 65
ACTION NOW MONOPOLI 70
Parziali: 23-16; 43-28; 59-54; 65-70Silac Angel Manfredonia: Sansone 6, B. Rubbera (ne), Jonikas 26, Bialkowski (ne), Vuovolo 8, Gramazio 4, A. Padalino 9, N. Padalino 4, Prencipe (ne), P. Rubbera 7, Miscio (ne), Grasso (ne). Coach: G. Ciociola; Ass. Coach: F. CarboneAction Now Monopoli: Palmitessa (ne), Paparella 15, Formica 10, Donzelli 13, Locci (ne), Giovinazzi, Calisi 11, Miccoli (ne), Annese 11, Barnaba, Mirone 10. Coach: A. LezziArbitri: Claudio Campanella, Maurizio Ceoarea comunicazione SSD basket Angel Manfredonia

Manfredonia. C Silver: sirena di allarme al Palascaloria ultima modifica: 2017-10-16T09:59:56+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi