GarganoManfredonia
A cura di Geppe Inserra, fonte letteremeridiane

Storia di Walimohammad Atai, profugo afgano, garganico d’adozione

Dietro ogni volto c'è una persona. E dietro ogni persona c'è una storia da raccontare e da ascoltare


Di:

”Gli sbarchi, l’accoglienza, l’integrazione tra chi arriva in un posto e chi vi è nato, non sono soltanto una questione politica, o sociologica, come siamo abituati ormai a ritenere.

Dietro ogni volto c’è una persona. E dietro ogni persona c’è una storia da raccontare e da ascoltare, perché arricchisce il nostro patrimonio di conoscenze, la nostra esperienza del mondo.

Quattro anni fa, quando ne aveva appena 17, Walimohammad Atai scappò dall’Afghanistan dov’era nato. Sul suo capo pendeva una condanna a morte dei talebani. È riuscito ad arrivare avventurosamente in Italia, e attualmente vive in Puglia, nella provincia di Foggia, a Rodi Garganico. Lavora in un centro SPRAR per i minori non accompagnati, e regala agli Amici e ai lettori di Lettere Meridiane la sua storia, di cui gli sono molto graton.

Ricordate La Vita è bella di Benigni? Cosa sarà accaduto a Giosuè, il bambino che ne è protagonista, dopo essere scampato al campo di concentramento? La storia di Walimohammad Atai riprende dove si interrompeva quella del film: è in un certo senso quella di Giosuè che cresce, si rende conto di quanto ha vissuto, e affida alla narrazione la sua vita, in cui si intrecciano speranza e intolleranza, pace e violenza (…)”

fonte, articolo completo su letteremeridiane.blogspot.it

Storia di Walimohammad Atai, profugo afgano, garganico d’adozione ultima modifica: 2017-10-16T09:49:30+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi