Foggia

Dimissioni Procaccini, Tarquinio: decolonizzare i Riuniti

Di:

Lucio Tarquinio (St)

Il consigliere regionale Lucio Tarquinio (St)

Foggia – “LE dimissioni del Direttore Sanitario degli Ospedali Riuniti di Foggia Deni Procaccini sono l’ultimo, estremo campanello d’allarme su una sempre più intollerabile prevaricazione sulla realtà ospedaliera da parte della componente universitaria”. Lo dice in una nota il consigliere regionale PdL Lucio Tarquinio.

“La conseguenza è una progressiva riduzione e dequalificazione dei reparti e dei servizi per le nostre comunità, il cui interesse è essere ben curate da personale presente sul posto e quindi legato ai destini della Sanità locale, e non essere cavie coloniali di brillanti carriere accademiche di illustri forestieri di passaggio. A questa sempre più insostenibile situazione, che anche con riferimento al diritto costituzionale alla Salute assoggetta di fatto Foggia ad interessi baresi, occorre dare senza più ambiguità di sorta il più fermo degli altolà. Così come è arrivato il momento di restituire la guida dei nostri Ospedali Riuniti alle professionalità foggiane, che ci sono ed anche di alto valore, superando un’altra colonizzazione da troppo tempo in atto ad opera dell’immancabile barese.


Anche perché certamente non giova a favore della tanto conclamata spoliticizzazione della Sanità vendoliana il fatto che il dr. Moretti – come annunciato dalla stampa senza smentita alcuna – farebbe parte dei Comitati per Vendola alle Primarie, laddove peraltro si incontrerebbe con il Rettore dell’Università prof. Volpe, riproducendovi – nel nome del Governatore – quel connubio opaco di interessi particolari che sta depauperando e colonizzando inesorabilmente la gloriosa Sanità foggiana”.


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Fabio

    Vergogna! Non sapete di ciò che parlate!
    Informatevi prima di scrivere certe oscenità!!!
    Il sig. Tarquinio difende degli interessi “particolari” di “Qualcuno” a scapito del buon funzionamento delle strutture sanitarie e dell’assistenza agli ammalati. E poi quando mai l’arrivo di altre professionalità qualificate in campo sanitario dovrebbe rappresentare una minaccia per i cittadini foggiani: semmai questo rappresenta una minaccia solo per consolidati gruppi di potere che vedono minacciati i propri interessi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi